Utente 477XXX
Buon giorno ai cordiali specialisti, Pur ammettendo che sarebbe più consono valutare il mio caso con uno specialista in loco , essendo fuori sede e in viaggio ho deciso di poter chiedere una valutazione preliminare dagli spettabili dottori qui presenti. Ho 35 quasi 36 anni ( tra meno di un mese). Oggi ho avuto un rapporto sessuale abbastanza duraturo con preservativo con la mia compagna.Al momento di venire , in una posizione che ritenevo un po scomoda per il sentire molto a livello del glande come urtando qualcosa, sento un dolore nel glande e precisamente prepuzio, una sensazione tra il bruciore lieve e dolore del Glande sempre maggiore fino a eiaculazione avvenuta.Il preservativo stava posto un po troppo stretto diciamo non con molto spazio libero tra il glande e il serbatoio .Comunque nel condom a eiaculazione avvenuta noto un leggero alone rosso nettamente identificabile come sangue e il dolore man mano scemava.Dopo un paio di ore vado al bagno per urinare e faccio pipi e dopo alcuni istanti mi sento un dolore nel glande ripeto tra il bruciore e il dolore , ma più un dolore da trauma che bruciore e principalmente a livello del prepuzio.Allora guardo il glande e delicatamente lo premo e noto fuoriuscire una goccia di sangue vivo. Lo lavo e se ripremo non esce più nulla.Adesso noto perfettamente che la uretra è infiammata, rossa, più gonfia e maggiormente aperta del consueto lo stesso pene guardando il prepuzio ha assunto una forma più a punta .Essendo passate varie ore non ho notato un ingrossamento/tumefazione alcuno del pene o glande o cambiamento di colore dello stesso dal solito rosato chiaro, ma sicuramente il prepuzio è rosso, gonfio, più aperto con una forma differente perche in rilievo per il gonfiore .Ieri mi ero masturbato e non avevo accusato assolutamente nulla con fuoriuscita di abbondante seme , bianco come al solito.Proprio oggi il tutto è avvenuto alla fine del rapporto quando ho avuto il coito.Non so se risulta utile, ho avuto sesso subito dopo essermi allenato con i pesi .Il fatto di vedere del sangue ho pensato fosse perche avendo avuto un trauma ,potesse accumularsi localmente e fuoriuscire, e il dolore bruciore fosse dovuto al contatto tra la ferita e l'urina ma essendo solo speculazioni senza senso mi attengo alle vostre informazioni.
Grazie per il tempo dedicato e grazie per il servizio erogato.
Saluti e buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,esegua una urinocoltura,spermiocoltura ed aggiorni il quadro renale con lo specialista di riferimento.Da questa postazione telematica, senza poter vedere di persona, potremmo solo fare illazioni.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Grazie dottore, provvederò, in quanto sono lontano da casa ma provvedo con un laboratorio e medico locale.Giusto per aggiornare che sia prepuzio che pene non fanno più male durante l'urina, il prepuzio non è più infiammato a parte quel caso isolato immediatamente dopo il coito e con goccia di sangue vivo al termine.
Saluti.

[#3] dopo  
Utente 477XXX

Salve dottori, sono qui per aggiornarvi.
Ho effettuato gli esami :

SANGUE
Il martedi mattina (48 ore o poco meno successive all'evento) ho effettuato degli esami del sangue con tali risultati :
PSA : 0.69 ng/ml ( altri due risultati negli anni precedenti erano 0.481 ng/ml (2013) , poi 0.82 nel 2016 (ma laboratori totalmente differenti e per di più in nazioni differenti ) PSA Free : 0.20 ng/ml (0.23 ng/ml con rapporto 0,48 psafree/psa tot nel 2013) e ( psa free non rilevabile nel 2016)
PSA % : 28.99 Fosfatasi Acida Prostatica : 2.40 U/L (riferimento 0.00-3.00) (0,89 ng/ml nel 2013, da rilevare la unita di misura differente nei due laboratori)
URINE CHIMICO FISICO Colore : giallo paglierino Aspetto : Torbido Densità : 1015 PH : 7
Leucociti : negativo
Nitrati : negativo
Eritrociti/Emoglobina : negativo
Glucosio : Normale
Proteine : negativo
Bilirubina : negativo
Corpi Chetonici : negativo
Urobilinogeno : negativo
Sedimento : Normale
* Cellule epitelieli desquamate Moderate
COLTURA URINA
con assenza di batteri e con esito negativo.
Ripetuto esame Urine 4 giorni dopo con stesso esito solo con PH 5 .

SPERMIOGRAMMA : Assenza sangue e proteine, glucosio nella norma, colore giallo, urina normale .
Volume 3.1
P.H 8
Bianco Opalescente
Viscosita Diminuita
Liquefazione Totale nei 60 minuti
Presenza coagulo NO
SPERMIOCULTURA : negativa per crescita batterica nelle 48 ore e negativa per candida albicans (NICKERSON)

VISITA UROLOGICA con visita anale della prostata
prostata normale.
Prepuzio : hanno riscontrato dei capillari rotti e leggera infiammazione.
Urina odora come se ci sia una tendenza ad avere batteri
L'Urologo mi effettua quindi un test veloce dell'urina facendomi urinare in bagno sopra un test veloce e nota stessi parametri del laboratorio e presenza di muco ,no sangue .
Certifica presenza di emorroidi anche esterne ancora non trombosate .Varicocele lieve solo a sinistra ma testicoli nella norma e non flaccidi al tatto.Mi pulisce minuziosamente il glande con Iodopovidone, fa lo stesso con prepuzio e uretra, perche dice che ho un leggero strato di cellule epitelieali morte causa produzione batterica eccessiva .

Consigli igienici : Mi ha detto di lavarmi con un detergente specifico, senza profumo,e dato che mi alleno sempre e vivo all'estero in paesi molto caldi per lavoro di avere più scrupolo nel lavarmi maggiormente e fare molteplici docce perchè aumento il rischio di produrre batteri sul glande dato che non sono circonciso.

Secondo lui ho avuto un trauma durante il sesso e mi ha spiegato come si creano tali danni tramite una animazione video e come sia delle volte normale che il sangue una o più gocce fuoriesca dalla uretra.Il fatto di non trovare sangue in urina e sperma dice lui è indice che il danno sia avvenuto nel pene dato che in questo organo la cicatrizzazione avviene entro 48 ore senza più presenza di sangue .Inoltre mi ha detto che anche in presenza di lunghe astinenze sessuali esiste la possibilità di eiaculare con sangue senza per questo avere danni più seri .

CONSIGLI GENERALI

Mi ha detto di iniziare a fare una visita urologica solo dopo i 40 anni una volta all'anno.E di controllare la PSA e PSA free solo dopo i 40 una volta all'anno e tenere conto dei cambi su base di almeno 5 anni alla volta per capirne andamenti questo perchè mi ha detto che attualmente la misura alla mia età non ha significato clinico rilevante eccetto che per eventuali IPB da prostatite.
Inoltre mi ha detto di controllare i valori di testosterone e che siano sempre maggiori di 550-600 ng/ml e con un testosterone libero alto, di controllare tali parametri dato che un testosterone alto implica anche minori affezioni ed infiammazioni della prostata in generale e minori rischi a lungo andare sulla salute della stessa ghiandola.Sempre l'urologo mi ha detto che dopo i 40 dovro porre attenzione ai valori di DHEA/DHEAS, LH, SHBG per un corretto quadro ormonale che diviene imprescindibile controllare all'invecchiarsi della prostata e aparato urogenitale in generale.Mi ha consigliato anche prolattina , cortisolo.
Dice che la migliore cosa quando si hanno disturbi prostatici, o genitali è sempre presentarsi con degli esami anche ormonali perchè spesso è li che si trovano le rispote.

Esami sangue e urolgo effettuati all'estero Non in italia.

Detto questo ho effettuato esami del testosterone riscontrato a 250 e valori testosterone libero al disotto del minimo 3,4 % accettabile.Ricontattato l urologo, mi dice che pur escludendo una causa ormonale nel problema avuto , dato che si tratta di trauma fisico , varrebbe la pena rieffettuare gli esami ormonali in condizione di meno stress , lontano da allenamenti pesanti ( sono sempre di viaggio, spesso per molti giorni consecutivi ). Questo per avere sensibilità e accortezza anche verso un quadro ormonale che secondo lui deve essere ritenuto basilare per la salute in generale del corpo.

Vorrei avere una vostra delucidazione in merito.
Grazie.

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...sinteticamente,i valori del testosterone libero non sono significativi per problemi legati ai reagenti.Per il resto,si faccia seguire da uno specialista reale in quanto non é pensabile che un forum possa entrare nel merito di un "poema clinico",quale quello da lei trasmessoci.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#5] dopo  
Utente 477XXX

La ringrazio per la risposta e mi dispiace averle fatto perdere tempo.Complimenti al servizio erogato.Distinti Saluti.