Utente 479XXX
Salve, avrei una domanda. Sono stato operato tramite scleroembolizzazione di varicocele 3 grado al testicolo sinistro circa 4 mesi fa e tuttora avverto dolori nel testicolo sinistro ma in particolare nella parte inguinale e nella gamba sinistra. Ho conseguito un’ecocolordopper a distanza di un mese e l’esito ha confermato l’intervento riuscito, con saltuari reflussi in manovra di valsalva, e l’andrologo a cui mi sono affidato mi ha detto che sono spasmi che la vena può avere senza particolari complicanze. Ma questo dolore è normale e scomparirà col tempo? Quanto può durare ancora? È il caso che effettui altre eco per accertarmi la chiusura della vena? Possibile recidiva?
Grazie, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

a quattro mesi da una procedura di scleroembolizzazione delle vene spermatiche non sono infrequenti i sintomi da lei lamentati; segua ora le indicazioni che le darà il suo urologo di riferimento, non drammatizzi e faccia soprattutto i vari controlli post-chirurgici indicati sempre per valutare, a distanza, una eventuale recidiva, sempre possibile purtroppo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Grazie per la risposta. Questi dolori li ho anche quando faccio sport. Secondo lei quando avverto dolore è un segnale di una problematica e quindi meglio che stia ancora a riposo oppure è, come ha detto, un sintomo che si può avere comunemente? Faccio spesso sport e ho spesso questi dolori... posso continuare a fare abitualmente sport nonostante i dolori? Questi possono contribuire a una recidiva?
Grazie, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se ha dolori sempre bene risentire in diretta il suo medico di famiglia e poi, a ruota, anche il suo urologo di fiducia!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 479XXX

Ok grazie. Vorrei sapere un’ultima cosa: faccio motocrosse nonostante questo male posso continuare a farlo (lo faccio spesso 2/3 volte a settimana, anche adesso, e sento un po’ di dolore, cosa che prima dell’intervento avevo solo dopo aver fatto sport)? Posso ignorare questo male? O meglio non rischiare e fermarsi quando fa male? Vorrei sapere questo per regolarmi, sarebbe per me importante sapere se non provochi niente questo dolore e possa essere una cosa normale... aspetto ansiosamente la sua risposta, perché spero di poter continuare gli allenamenti.
Grazie ancora, cordialità.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il dolore è sempre una spia che qualcosa non va e quindi a maggior ragione , prima di "continuare gli allenamenti", bene risentire in diretta il suo medico di famiglia e poi, a ruota, anche il suo urologo di fiducia!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 479XXX

L’urologo mi ha detto che la dolenzia ci può stare e mi ha detto che posso continuare gli allenamenti, perché preferisce concentrarsi su un miglioramento dello spermiogramma.
Cordialità.

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, segua l'indicazione ricevuta.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 479XXX

Ultima cosa, ho due domande. È normale vedere ancora le vene più gonfie la sera sollevando il testicolo? Sto prendendo una compressa al giorno di SPERGIN che dovrebbe contribuire alla produzione di un numero maggiore di spermatozoi; una masturbazione giornaliera può annullare questo effetto? Grazie, cordiali saluti.

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

alla prima domanda un sintetico si, soprattutto se lei fa un'attività lavorativa in cui sta molto in piedi, seduto o utilizza in modo acuto la sua muscolatura addominale; alla seconda questione invece un sintetico e preciso no.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
Utente 479XXX

Salve, lei intende questo gonfiore normale se si fa attività sportiva o lavorativa post intervento, uno volta risolto (se non ricompare una recidiva) il varicocele? Cordiali saluti.

[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#12] dopo  
Utente 479XXX

Mi scusi, ma com’è possibile che anche dopo l’intevento, in cui si dovrebbe esser chiusa la vena, le vene si gonfiano ancora dopo attività sportiva e provocano ancora dolore? Non è che si tratta di una recidiva? Perché mi pare strano che non sia risultato nulla di positivo post intervento; devo dire che questo gonfiore mi permane tutt’ora, ma quello che mi preoccupa di più è il dolore che è frequente e in particolare più intenso quando pratico attività sportiva.

[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In questo caso bene risentire in diretta il suo medico di famiglia e poi, a ruota, anche il suo urologo di fiducia!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#14] dopo  
Utente 479XXX

Ok lo farò, ma mi piacerebbe sentire il suo parere sia sul mio caso sia su questo mio dubbio. Come giudica il mio caso? E come può essere possibile che anche dopo aver chiuso la vena questo gonfiore si manifesti comunque e per lo più la sera dopo attività fisica? Se risponde spiegandosi bene le sono davvero grato... scusi questo mio disagio, ma sono un po’ preoccupato.
Grazie, cordiali saluti.

[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

il mio parere l'ho già espresso : "Il dolore e aggiungo ora il gonfiore sono sempre una spia che qualcosa non va e quindi a maggior ragione, prima di "continuare gli allenamenti e la sua attività fisica", bene risentire in diretta il suo medico di famiglia e poi, a ruota, anche il suo urologo di fiducia!".

Purtroppo solo questo le posso dire, da questa prospettiva, senza avere cioè a disposizione altre informazioni importanti che solo dopo una attenta valutazione clinica diretta si possono raccogliere.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#16] dopo  
Utente 479XXX

Tralasciando un attimo il dolore, posso giudicare una recidiva dal gonfiore? Ora a 4 mesi di distanza le vene mi sembrano rimaste invariate, anzi a volte mi sembrano più spesse e dure (forse solo una mia sensazione, non ricordando bene come fossero prima dell’intervento), in particolare dopo sforzi o marbasturbazione. Dovrebbero essere tornate normali? È un segnale o tutto nella norma?

[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quello che ci racconta non è praticamente il segnale di alcuna recidiva.

Detto questo poi si ricordi che è solo la visita medica il solo strumento diagnostico valido e reale e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come possibili, ma non precisi, suggerimenti clinici.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com