Utente 485XXX
Buona sera,
Sono a richiedere alcuni chiarimenti in riferimento alla clamidia. Io e mia moglie stiamo cercando un figlio, abbiamo fatto un tentativo di inseminazione icsi, durante il protocollo 8 ovuli fecondati nessuno è andato a maturazione. Il mio andrologo mi ha fatto fare alcuni esami per la clamidia, sono risultato positivo nelle urine e negativo nella speriocultura, mia moglie negativa al tampone. Mi è stato detto che la presenza di agglutinazioni nel liquido seminale è indicazione di una infezione in corso, come la clamidia che sicuramente è stata passata a mia moglie. La presenza nell'eaame delle urine è sufficiente a stabilire la presenza di questa infezione ?
A questo punto ci è stata prescritta una terapia antibiotica ad entrambi per debellare questa clamidia che , da come mi è stato detto, va a determinare in modo negativo anche la qualità degli ovociti di mia moglie.
Tengo a precisare che già nel 2013 avevo fatto una visita dal mio urologo a seguito di prostatiti frequenti, mi era stato richiesto di fare spermiocultura per verificare la presenza di infezioni ..... purtroppo non ho fatto più gli esami consigliati.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

segua le indicazioni ricevute, sono sostanzialmente condivisibili.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e poi eventualmente ance una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com