Utente 297XXX
Ho 18 anni e mi masturbo da quando ne avevo 15, per comodità ho sempre fatto a glande semicoperto/coperto perché spesso è fastidioso strusciarci sopra se non bene lubrificato. Da poco sto con una ragazza e quando me lo tira e mi tocca il glande in maniera non troppo delicata sento un po’ di fastidio e non riesco a venire con facilità perché non sono rilassato dalla cosa.
In questi giorni sto esercitandomi a masturbarmi con il glande scoperto per acquisire un po’ di sensibilità ma mi chiedevo, io non ho ben chiaro cosa sia la fibrosi... quando tiro giù la pelle mentre sono in erezione arriva fino in fondo non dico in maniera facile ma neanche con troppi problemi quindi non capisco bene se io abbia problemi fisiologici o se è questione di abitudine e che quindi è “normale” avere un glande sensibile e a volte masturbarsi senza scoprirlo. Sono andato da un andrologo per un altro problema e dopo aver controllato non mi ha menzionato problemi di nessun tipo (anche se non era una visita per vedere fibrosi, sensibilità etc)

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se avesse avuto problemi di fibrosi e/o di fimosi,la visita dello specialista li avrebbe facilmente identificati ed avrebbe consigliato la terapia idonea.A questo punto,o chiede un altro parere,o matura nel tempo le esperienze per aggiornare il quadro clinico.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile ragazzo,
mi associo alla risposta del dottore Izzo.

È indispensabile una valutazione andrologica per comprendere perfettamente lo stato dell’arte della sua condizione di salute.

Le ricordo, inoltre, che la salute fisica non è mai disgiunta da quella psichica e che la masturbazione solitaria, non può mai essere paragonata al piacere condiviso.

La dimensione di coppia è molto complessa:
facilita, amplifica, oppure danneggia la dimensione Del piacere, elementi che vanno ben oltre il glande.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3] dopo  
Utente 297XXX

Sinceramente non so come fare. È una situazione brutta per me, il fatto di avere il pene eretto ma non riuscire a venire in nessun modo a meno che non sia:
-a glande coperto
-da solo
-a pancia in giù o quanto meno di lato
-con un video particolare a disposizione

Mi porta a pensare che non sia una soluzione risolvibile

[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
[#5] dopo  
Utente 297XXX

Volevo postare una nuova domanda ma il sistema non me lo lascia fare quindi provo a riportarla qui.

Ho il timore di farvi una domanda un po’ stupida ma volevo sapere, quando mi masturbo è anormale che il glande sia parzialmente scoperto e che io faccia il movimento afferrando la pelle? Nei video vedo che quasi tutti gli attori hanno la pelle tutta tirata completamente indietro e non mi spiego perché io vada meglio muovendo su e giù anche la pelle. Cioè le persone si mastirbsno con la pelle tirata completamente indietro come si vede in molti video su internet o è normalissimo afferrare direttamente la pelle senza tirarla indietro del tutto ?

[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo sia superfluo andare oltre.Il "problema" e' soggettivo e non puo' trovare risposta nel forum.Cordialita'
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it