Utente cancellato
Gentili dottori, ho un problema congenito ai testicoli: non hanno fatto lo sviluppo puberale e hanno un volume di 8ml: dall' ultimo spermiogramma risultano 11 milioni spermatozoi totali, 2 milioni la concentrazione, 2% forme normali; testosterone oggi a 5 ngml..fsh 20..prolattina 10, shbg 30cè il rischio che debba ricorrere a cure ormonali per mantenere le mie funzioni sessuali?

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Dopo i 50 il rischio passa dal 5% della popolazione totale, all' 8-10%.Ma aspettiamo a vedere se ne sviluppa i sintomi.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
498638

dal 2018
Buongiorno, ho letto quali sono le linee guida internazionali della Scienza Andrologica per quanto concerne la terapia ormonale sostitutiva a base di testosterone(quando si deve intervenire, quando non si dovrebbe intervenire, quando è discrezione dell' andrologo farlo). Dunque io ho 41 anni e un T totale di 5ng/ml..secondo queste direttive un andrologo acconsentirebbe a prescrivere testosterone sotto i 3.5 o forse 3 ng/ml..che sono livelli da "castrazione chimica "...ebbene Lei mi potrà confermare che tali terapie sono cosa delicata, dall' esito incerto ed altalenante, e soprattutto sono cosa cosa che richiede TEMPO e pazienza: ma nella vita reale, nella quotidiana vita coniugale, il povero malcapitato cosa dovrebbe dire alla moglie: " guarda cara, mi hanno trovato il testosterone a 3 ng/ml, mi hanno prescritto una terapia..stiamo un po' buoni un anno e vediamo se mi riprendo" ?
Purtroppo ho seri problemi di tipo testicolare di cui ho detto sopra (ipotrofia bilaterale 8ml) e vorrà scusare almeno in parte il mio catastrofismo.