Utente 504XXX
Buonasera Dottori,
Da qualche tempo io e mio marito siamo alla ricerca di una seconda gravidanza. Così qualche mese fa ci siamo recati in un centro per la fertilità e,a seguito di spermiogramma,abbiamo scoperto che mio marito è affetto da teratozoospermia con 2%di forme normali. Ci siamo recati da un andrologo,il quale ha diagnosticato prostatite e varicocele bilaterale di II grado. Nonostante ciò ci ha detto che, data l'età di mio marito (40anni),operare non servirebbe a nulla e che comunque la situazione secondo il suo parere non è così grave poiché una gravidanza 5anni fa c'è stata. Io sono un po'perplessa,la mia ginecologa anche! Avrei bisogno di un vostro consiglio.Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sul problema “varicocele" il suo andrologo potrebbe avere anche ragione, se desidera avere informazioni più dettagliate, le consiglio di consultare anche l’articolo, da me pubblicato, sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Altre indicazioni terapeutiche mirate purtroppo richiedono una valutazione clinica diretta.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 504XXX

Innanzitutto grazie Dottore per la Sua celere risposta. Avevo già letto il Suo articolo ed è uno dei motivi che mi ha indotto dubbi in quanto mi pare di aver capito che l'intervento è consigliabile dopo accertata alterazione dello spermiogramma quando si è in età adulta. Quindi mi chiedevo se un intervento potesse comunque essere utile,o se avrebbe potuto avere Delle conseguenze negative o se fosse rischioso per la salute di mio marito. Valutare insomma i benefici che se ne potrebbero trarre rispetto agli eventuali rischi correlati.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Riletta il mio articolo e comprenderà i possibili rischi e le indicazioni corrette da seguire e poi risenta anche il suo andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com