Utente 389XXX
Buongiorno,
da quasi due giorni ho sul glande, nella zona vicino al frenulo, una specie di "vena" in rilievo. Uso il termine "vena" secondo me impropriamente, perché non sembra connessa alla circolazione: è una struttura tubolare, che durante l'erezione diventa più visibile, non sembra però contenere sangue (arterioso o venoso) ma piuttosto un liquido trasparente. Potrebbe sembrare quasi una vescica, ma non la è, perché al tatto non fa male e non è irritata, e poi, come una vena, sembra un qualcosa che affiori in superficie per poi rientrare nell'organo.
Potrebbe trattarsi di un vaso linfatico? E' uno stato patologico? ma soprattutto è una cosa destinata ad assorbirsi o ad estendersi.

Escludo anche che sia qualcosa di legato a malattie sessualmente trasmissibilo perché sono parecchi mesi che non ho una sessualità di coppia.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,si tranquillizzi in quanto qualsiesi eventuale stato patologico,in erezione,si farebbe sentire...Cordialità
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 389XXX

Caro dottor Izzo, purtroppo, in tutti casi, io riesco solo a tranquillizzarmi quando il sintomo o la malattia hanno un nome.
Ho già prenotato la visita dallo specialista (il medico di base non ha neanche chiesto di vedermi), ma la sola attesa (20 gg) mi dà ansia. Non si può sapere che cos'è dalla descrizione che ho fatto?

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...anche la proposta di attesa dovrebbe tranquillizzare. Comunque,da questa postazione telematica,non potendo vedere di persona,non é possibile andare oltre le illazioni. Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#4] dopo  
Utente 389XXX

Buongiorno, sono riuscito a parte col mio medico che ha parlato di varice (insomma una vena varicosa,credo) e di attendere la visita specialistica.
Ora in attesa di questa visita, vorrei chiedere due informazioni che non riesco a reperire sui siti di consultazione medica. Stante che la mia non è genericamente sul pene (dato che tutti gli uomini hanno vene evidenti sull'asta), ma sul glande: 1) quante volte capita una cosa del genere? sono uno di pochi sfigati. insomma?
2) dato un caso del genere quali trattamenti di prospettano poi (farmacologici, chirurgici) e con quali esiti?
Dato che se al momento non ho una vita così sessualmente attiva, non è uno per una cosa del genere si dà alla vita monastica e che la sede della varice credo la renda soggetta a lesioni durante un rapporto.