Utente 401XXX
Buongiorno
in seguito all'esito di 3 diversi spermiogrammi (eseguiti a distanza di 3 mesi l'uno dall'altro), il responso è stato di oligoastenoteratozoospermia severa, con lo 0% di mobilità rapida, 4% di mobilità non rapida e solo 1% di forme morfologicamente normali.
Qualche giorno fa ho eseguito il test di 1frammentazione del Dna spermatico ed il referto riporta quanto segue:
"Nel campione analizzato si osservano numerosi detriti cellulari (79,7%). La cellularita' residua presenta un elevato indice di frammentazione del Dna (DFI 35,24%)."
Mia moglie ha 35 anni e una scarsa riserva ovarica (Amh 0,49).
Ci siamo già sottoposti ad una ICSI che però si è conclusa col mancato attecchimento dell'unico embrione impiantato.
La prossima settimana andremo a visita al centro di pma che ci segue, ma nell'attesa vorrei chiedervi se alla luce dei dati soprariportati, secondo la vostra esperienza e competenza è il caso di pensare all'eterologa.
Grazie per la disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Una ridotta riserva ovarica coniugata ai suoi problemi spermatici porta automaticamente a considerare la doppia eterologa. Magari un approfondimento ed una adeguata terapia andrologica potrebbero superare la donazione di gameti maschili.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 401XXX

La ringrazio per la gentile risposta.
Cosa intende con adeguata terapia andrologica? Nel senso che sto assumendo da circa 6 mesi vari integratori a base di antiossidanti prescritti dal mio andrologo ma i risultati ad oggi sono risultati nulli.
Inoltre le chiedo, la TESE secondo lei può portare ad avere a disposizione spermatozoi coN un minore indice di frammentazione e quindi meglio utilizzabili per ICSI?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non potevo sapere che avesse fatto terapie andrologiche, poiché non le ha menzionate. Piuttosto che ricorrere a tese che non si sa se si trovano spermatozoi, personalmente consiglio icsi con selezione spermatozoi su base o morfologica, o di birifrangenza oppure di aderenza a jaluronico
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 401XXX

Grazie per la risposta.
Riguardo al test di frammentazione, qual è il significato clinico della presenza numerosi detriti cellulari (79,7%)?

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
[#6] dopo  
Utente 401XXX

Buonasera dott. Cavallini,
Vorrei aggiornarla sulla mia situazione.
Il mio andrologo mi ha prescritto mezza compressa di Clomid da prendere per due volte a settimana, nel tentativo di aumentare un po' la spermatogenesi.

Cosa ne pensa?