Utente 508XXX
Buongiorno, mi sono iscritto per chiedere un Vostro gentile consulto.
io e la mia ragazza abbiamo entrambi 29 anni e da un annetto abbiamo rapporti non protetti per cercare una gravidanza. i suoi esami non presentano anomalie (ha contratto l'HPV ma facciamo esami costantemente e non c'è nulla da eccepire in quanto la situazione è sotto controllo).
io ho eseguito uno spermiogramma i cui risultati sono

giorni astinenza 4
numero spermatozoi 56 milioni
numero spermatozoi 168 milioni
Leucociti 7%
Progressiva rapida (a) 24%
Progressiva lenta (b) 19%
Progressiva totale (a+b) 43%
non Progressiva 5%
motilità totale (a+b+c) 48%
immobili 52%
forme tipiche 2%
anomalie testa 98%
anomalie coda/tratto intermedio 30%
anomalie coda 5%
spermatozoi vitali 71%

ho eseguito una spermiocoltura dalla quale non sono emersi problemi.

Premesso che nel 2013 con la fidanzata di allora abbiamo avuto una gravidanza non voluta e non portata a termine;
è escluso il varicocele
volevo eseguire una urinocoltura per escludere la prostatite asintomatica
l'andrologo mi ha prescritto lo SPERGIN FORTE E LO SPERGIN Q10
Mi ha vietato l'assunzione di alcolici (mi sembra un po' eccessivo vietare qualsiasi dosaggio)
domani abbiamo una visita di consulto presso un centro di scienze della natalità

Vorrei un Vs parere, se aspettare un concepimento naturale come l'ho avuto nel 2013 o iniziare a pensare a un supporto per procreazione assistita. gli integratori migliorano la qualità spermatica o sto solo buttando via soldi (e non pochi).
Vi ringrazio per le risposte che darete

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

pone un notevole numero di domande, tutte da un milione di euro!

Sul consumo moderato di alcolici si legga questa mia recente news:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/7823-fertilita-maschile-si-ad-un-buon-bicchiere-di-vino.html

Sull'utilizzo degli integratori ed eventualmente di una tecnica di riproduzione assistita le indicazioni vanno sempre bilanciate sulla diagnosi che si fa; lei presenta una alterazione della morfologia dei suoi spermatozoi; che diagnosi è stata fatta, a questo proposito, dal suo andrologo?

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 508XXX

Buongiorno, La ringrazio per la risposta. l'andrologo che mi ha visitato ha eseguito una ecografia per presunto varicocele poi escluso; ha prescritto speriocoltura poi risultata negativa.
ha diagnosticato, teratozoospermia. ha detto tuttavia cha la motilità e il numero sono buoni, quindi ci sono buoni margini di movimento.
non ha prescritto il test della frammentazione del DNA

le indicazioni sono quindi
divieto totale assunzione alcolici
somministrazione integratori sopracitati
e aspettare

anche il ginecologo della mia compagna ha detto di aspettare che c'è abbastanza carne sul fuoco visti i risultati e vista la ns giovane età

l'unica cosa che mi rincuora è quel fatto avvenuto 5 anni fa che mi fa un po' respirare.

Lei cosa ne ricava da questo riassunto?

Saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che le indicazioni ricevute sono al momento tutte condivisibili vista anche la vostra età.

Nel frattempo comunque, se desidera poi avere informazioni più dettagliate sull’eventuale utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche gli articoli pubblicati e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/Ginecologia-e-ostetricia/1026/L-inseminazione-intrauterina ,

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215/la-fecondazione-in-vitro-e-la-icsi-come-si-svolgono-e-cosa-avviene-in-laboratorio/ .

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 508XXX

quindi anche Lei ritiene che sia prematuro ricorrere a strumenti di fecondazione assistita?
per quanto concerne l'assunzione di integratori, butto soldi o possono avere un riscontro positivo?
ci sono accorgimenti che lei si sente di darmi in merito alla mia situazione?
in caso di teratozoospermia è consigliabile procedere con la IUI o eventualmente andare diretteamente con la ICSI o FIVET?

Cordialmente

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Come già dettole: "tutte le indicazioni, da lei ricevute, sono al momento tutte condivisibili", anche l'eventuale terapia iniziale indicatale; infine se fare o meno IUI, FIVET o ICSI questo sarà opportunamente deciso sempre dagli specialisti, che la stanno seguendo, al momento ed in funzione delle vostre eventuali e particolari problematiche di coppia riscontrate nel frattempo.

Ancora un cordiale saluto.

.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 508XXX

La sua conclusione l'ha valutata alla luce del mio esame e della NS giovane età o ha considerato altri fattori dei quali non ho conoscenza?
Ho letto di persone con esami anche migliori dei miei e della mia età sottoporsi a tecniche di assistenza alla procreazione.
Credo che bisogna darsi delle tempistiche, no?
Nel senso, mi do ancora 6-10-14 mesi di tentativi naturali. Deve esserci un limite temporale dopo il quale uno si dice "va bene ci ho provato in via naturale ma niente da fare, provo con l'ausilio della scienza".
Mi perdoni il linguaggio profano ma è per rendere l'idea

[#7] dopo  
Utente 508XXX

Dimenticavo; l'andrologo mi ha consigliato di sospendere i rapporti 4/5 GG prima dell'ovulazione in modo tale da avere più possibilità statistiche.
Condivide?

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

generalmente dopo 24 mesi di attesa si valuta il che fare.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 508XXX

Il consiglio di sospendere rapporti 4/5 giorni prima dell'ovulazione lo trova sensato? in questo modo però vanificherei i giorni precedenti l'ovulazione che, in linea teorica, sono da considerare giorni fertili.
Oltre all'assunzione di questi due (onerosi) integratori e alla pazienza, non si sono altre indicazioni che si sente di dare per la Sua esperienza?

Cordialmente

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in effetti l’indicazione a "sospendere i rapporti 4/5 giorni prima dell’ovulazione" è molto originale e non comprensibile, almeno da questa postazione; è sicuro di avere ben compreso questo consiglio?

Sulla terapia indicata invece, se dubbi, bene risentire sempre in diretta il suo specialista andrologo di riferimento e, se è il caso, anche un secondo parere, sempre diretto, non guasta mai.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
Utente 508XXX

Buongiorno, si quell'indicazicazione di sospendere i rapporti prima dell'ovulazione me l'ha ripetuta in ben due appuntamenti asserendo il fatto che cosi ci sarebbe stato disponibile un numero maggiore di spermatozoi e, da quel giorno in poi, avrei dovuto "darci dentro".
Però onestamente l'ho trovata strana come indicazione poiché una volta avvenuta l'ovulazione è difficile che ci siano buone possibilità di concepimento; viceversa ce ne sono di più nei giorni precedenti, sbaglio?
Prenderò appuntamento con Lei vista la sua disponibilità

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ripeto che in effetti l’indicazione ricevuta è molto particolare!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com