Utente 499XXX
Buongiorno Dottori.

Circa 5 mesi fa ho subito un intervento di revisione di circoncisione (ovvero un secondo intervento per eliminare una cicatrice ipertrofica cheloidea presentatasi a seguito di una prima circoncisione).
Durante le visite di controllo mi hanno spiegato che la nuova cicatrice (quella lasciatami dal secondo intervento) non è ipertrofica e non si sono formati cheloidi. Tuttavia ho notato che dopo questo secondo intervento la mia E. P. è addirittura peggiorata: la nuova cicatrice, per quanto sottilissima si trova appena sotto la corona del glande e in alcuni punti è molto stretta. In erezione mi provoca bruciori e fastidi e la sensazione di piacere sembra concentrarsi proprio in quella zona. Il mio sospetto è che la cicatrice formi un cercine fimiotico.
In attesa di una visita andrologica di riscontro, posso chiedervi cosa ne pensate? È possibile una cosa del genere? E se il mio sospetto di cercine fimiotico fosse confermato ci sarebbero dei rimedi sia chirurgici che non chirurgici? Sono molto preoccupato, perchè in queste condizioni mi è veramente molto difficile avere rapporti.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se che,non potendo vedere di persona,non si possa,da questa postazione telematica,entrare nel merito di una circoncisione,per di più coretta in seconda istanza.Abbia un pò di pazienza e segua i consigli di chi la visita.Non credo che la EP possa essere peggiorata a causa del secondo intervento,per cui ricorrerei a degli spray,pomate e farmaci dedicati alla cura della EP,normalmente in commercio.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it