Utente 460XXX
Cari dottori,

Buongiorno. Sono fidanzato col mio partner da più di due anni, e da quando sono con lui la durata dei miei rapporti sessuali è assai scarsa, dai 3 ai 7 minuti, ma ai quali arrivo con estrema fatica, dovendomi fermare spesso; se non lo facessi potrei durare 12 secondi. Ci tengo a precisare che soffro di una patologia particolare e poco conosciuta, ovvero un infiammazione del nervo Pudendo che da quello che so può influire anche sull’aspetto sessuale. La mie domande sono semplici. Per un periodo di tempo ho usato una crema anestetica che mi dava qualche aiuto, ma poi ha cessato di essere efficace. Dovesse trattarsi di un problema di sensibilità, sarebbe utile una circoncisione? Non ho troppa pelle attorno al glande e a meno che non sia io ad abbassarla, resta coperto per un terzo. L’altra domande riguarda il tipo di operazione. Ho visto che in America o in altri luoghi utilizzano un tipo di circoncisione “non chirurgica” (così la chiamano), molto veloce e non invasiva; mi pare si chiami PrePex. Volevo sapere se questo tipo di operazioni stiano arrivando anche in Italia, e se non questa qualcosa simile, qualora qualcuno ne sia al corrente.
Vi ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore

la asportazione del prepuzio potrebbe, in alcuni casi, determinare effetti sulla tempistica eiaculatoria
il prepex è un sistema antico che adesso ha assunto una sua dimensione "commerciale" qualcuno la propone, qualcuno produce gli anellini, che vengono venduti, acquistati, utilizzati con gratificazione variabile
Nella mia vita chirurgica ho praticato migliaia di circoncisioni ( ambulatoriali, anestesia locale,pochissime complicanze, buone soddisfazioni...) ma se un paziente mi si presentasse a visita con una fimosi non particolarmente serrata e mi chiedesse di voler utilizzare il prepex non avrei nulla di contrario anche se non sono così sicuro che tale metodica possa "sicuramente" risolvergli il problema
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 460XXX

Gentile dottore,
Grazie per la celere risposta. Dunque lei ha operato con questo metodo “prepex”? Pensa sia meno invasivo della chirurgia tradizionale? Soprattutto vorrei chiederle se con la frase “ non sono sicuro che con tale metodica [...]” intende con il prepex o con la circoncisione in genere?
La ringrazio in anticipo