Utente 510XXX
Buongiorno, complimenti prima di tutto per la disponibilità e la competenza che mette a dispozione su questo sito.
Scrivo per avere dei consigli su un problema che mi porto dietro da qualche settimana. In seguito a una lunga masturbazione ho iniziato ad avvertire un leggero ma diffuso dolore al pene che riguarda praticamente solo il corpo cavernoso di sinistra, lato che presenta anche una curvatura verso sinistra, che però ho sempre avuto. Non avendo avuto traumi di alcun genere che abbiamo portato ematomi o comunque dolori forti ed imporvvisi, inizialmente ho pensato si trattasse solo di un dolore temporaneao, dovuto a un periodo in cui ho forse stressato troppo il pene, ma a distanza di qualche settimana questo fastidio rimane, pur avendo diminuito la stimolazione sessuale senza comuqnue interromperla del tutto.
Ho notato che le vene del lato sinistro sono abbastanza gonfie soprattutto rispetto al lato destro e in generale il dolore suppur diffuso è come contrato alla base del pene e poco sotto il glande.Quello che più mi preoccupa è che proprio sotto il glande ho notato che il corpo cavernoso di sinistra mi sembra un po’ irrigidito e presenta uno scalino visibile piegando il pene verso destra, e al tatto si avverte credo una leggera variazione di rigidità che però, al meno per quello che noto, si mantiene tutto sommato morbida.
Chiedo quindi a voi medici se avete qualche ipotesi su cosa possa essere anche perché il lato destro non mi da alcun fastudio e se possa trattarsi di una placca fibrotica, cosa che mi mi crea un po’ di preoccupazione. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

giudicare il pene di un paziente senza poterlo vedere, valutare e magari ecografiare è pressochè impossibile
se i fastidi persistono si faccia vedere da uno specialista
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 510XXX

grazie per avermi risposto, capisco quanto da lei scritto quindi mi rivolgerò prima al medico di base in modo che se dovesse essere necessario possa indicarmi a chi rivolgermi.
Solo una cosa: una fibrosi può essere causata da un’eccessiva masturbazione? Perché a 20 anni ritrovarsi con una fibrosi credo sia qualcosa più che altro di congenito (traumi gravi esclusi) oppure può essere stata causata da qualcosa in particolare, che si sarebbe potuto evitare?