Utente 342XXX
Salve,sono un uomo di 41 anni, pratico sport (palestra da circa 5 anni), ho un lavoro dinamico, stile di vita regolare.

Descrivo il mio problema.

Nel 2013 ho avuto una prostatite che si è protratta per diversi mesi fino a sparire.
Allego post relativo al periodo:
----------
"Metà Ottobre'13.
Inizio a sentire bruciore durante minzione.

Eseguo esame urinocoltura+cc+abg.
Risultato: tutto nella norma, sviluppo batterico assente.

In seguito, dopo visita urologica nei primi di Novembre, mi viene diagnosticata una prostatite.

SINTOMI: Bruciore costante durante minzione ed eiaculazione. Flusso intermittente di urina. Leggero sgocciolio terminale. Aumento della frequenza urinaria (mai di notte). Forte e costante sensazione di calore all'interno del pene e scroto. Perdita desiderio sessuale. Difficoltà nell'erezione.

CURA: Tavanic 500 mg, una compressa al dì per 15 gg e Topster supposte, una la sera per 10gg.

Dopo 20 gg circa 2 controllo.
Tutti i sintomi precedenti persistono.

CURA: Langiron supposte, una la sera per 14 gg, successivamente Tavanic 500 mg, una compressa (non ricordo per quanto tempo), Topster supposte, una la sera per 5 gg al mese per 3 mesi.

Marzo'14. 3 controllo.

SINTOMI: Dei sintomi precedenti rimangono solo saltuario bruciore post eiaculazione e non più durante la stessa, bruciore minzione assente. Saltuaria sensazione di calore all'interno del pene e scroto. Spariscono completamente: Flusso intermittente di urina. Leggero sgocciolio terminale. Aumento della frequenza urinaria. Perdita desiderio sessuale. Difficoltà nell'erezione.
Si presenta adesso una produzione minore di sperma, una sensazione di fastidio e pesantezza a livello perineale ed un senso di tensione pre eiaculazione. Saltuari brividi pre minzione.

L'urologo diagnostica prostata congestionata.

CURA: Langiron supposte, una la sera per 10 gg al mese per 3 mesi, IBP plus, una compressa al dì per due mesi.

Ad oggi la cura non è ancora conclusa (manca circa un mese).
I sintomi descritti nel 3 controllo però persistono.

Da Giugno'14 tutto torna regolare."
----------
Da qualche tempo, a distanza di anni, avverto saltuariamente a riposo una tensione testicolare, principalmente testicolo sx, una leggera sensazione di calore ed in più ho un leggero calo del desiderio.
Questa tensione è più accentuata durante il rapporto e questo fastidio non mi permette di mantenere sempre l'erezione.
Oltre a questo sintomo principale, al calore ed al calo del desiderio citati poc'anzi, non ne riscontro altri tipici della prostatite come quelli descritti nel periodo di cura.

Volevo gentilmente chiedere se, secondo la vostra esperienza, potrebbe essere un evento in "formato ridotto" legato sempre alla prostatite che ho avuto o se magari potrebbe essere tutt'altro.

Grazie in anticipo delle vostre risposte.

Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo, da questa postazione non possiamo confermarle se la sua attuale situazione clinica "potrebbe essere un evento in formato ridotto, legato sempre alla prostatite che ha avuto, o se magari potrebbe essere tutt'altro..."

Ora bisogna riconsultare in diretta un esperto andrologo, in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com