Utente 381XXX
Gentilissimi dottori, vi scrivo per delucidazioni circa una prostatite diagnosticata tramite visita urologica e spermiocoltura risultata positiva all'Escherichia coli.
Attualmente sono in cura antibiotica con Bactrim, 2 compresse al giorno.
Nel 2015 sono stato operato di diverticolite complicata con perforazione e asportazione del sigma per fortuna in laparoscopia.
Le mia preoccupazione è questa.
Poichè il batterio isolato nello sperma è presente nell'intestino, sono letteralmente terrorizzato di avere una nuova diverticolite acuta.
L'ultima colonscopia di controlla risale a circa 1 anno fa risultata negativa.
Vi prego di aiutarmi, non so cosa pensare.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non drammatizzi, il microrganismo, da lei indicato, non si trova solo nell'intestino.

Senza inutili ansie ora risenta il suo gastroenterologo ed il suo urologo di fiducia.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com