Utente 521XXX
Buongiorno,il problema che riscontro da circa 5 mesi sono dovuti alla prostata cosi mi riferisce il medico urologo dopo visita,ho una prostatite abatterica gli esami di urinocultura e spermiogramma sono risultati negativi per tre volte a distanza di mesi le ultime analisi proprio giorni fa,le cure datemi dopo visita (ecografia e visita rettale)sono state ,Mictslase,topster inizialmente per 10 gg li ho usati separatamente cioè dopo a distanza di un mese tra loro per via di recitiva,il mese scorso poi ho fatto 15gg di ciproxin ma al 11 gg il bruciore si ripresenta cmq finisco la terapia avendo poi dei problemi creati dallantibiotico ho avuto i genitali che si squamavano o meglio mi si spellava come da ustione,assumevo anche integratori probexy plus e curmanox ma ad oggi il problema è ancora qui bruciore all uretra e tra ano e testicoli e leggera disfunzione erettile,spero che mi dite cosa potrei fare ancora,vi ringrazio anticipatamente.Il mictslase è un antibiotico o un antinfiammatorio?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

come spesso ripeto da questo sito, quando sono presenti queste "problematiche andro -urologiche , oltre alle terapie mirate che solo il suo urologo le può dare, possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico - comportamentale, quali:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 - 3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre - quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)tenere d'occhio la bilancia, infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;

8)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 521XXX

Buongiorno,la ringrazio per la risposta,aggiungo che la mia alimentazione è sempre stata corretta perché amo mangir bene per il resto da lei scritto mi rivedo in tutto fortunatamente ma questo non toglie i problemi attuali.le vorrei dire che sono tre gg che ho ripreso il.mictalase ridatomi dal l urologo,pensa che è troppo presto riprenderlo visto che ho finito da 10gg una terapia di 15gg di ciproxin 500mg mattino e sera.la domanda che mi faccio se era indicato più il topster. E premetto come da prima email inviata ho già detto che li ho usati ma 10/15 gg dopo mi ritorna il tutto.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per queste indicazioni terapeutiche specifiche ed eventuali modifiche bene chiedere un consiglio in diretta sempre al suo andrologo od urologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com