Utente 540XXX
Buonasera, scrivo su questo forum perché per ora nessuno è riuscito a risolvermi il problema. Qualche anno fa mi è venuta la cistite che curata dopo un paio diesi ricompare e dopo una urinocultura scomparve. Da quel momento però ogni 5/6 mesi ricompariva. E da lì sempre più frequente. Era la classica cistite con dolori forti, bruciori a volte sangue, facevo esame Delle urine e urinocultura e c era l infezione così la curavo e basta. Da un anno e mezzo a questa parte però la cosa è cambiata. Non ho quasi più una vera e propria cistite ma continui fastidi, quasi tutti i giorni. Ho fatto l esame delle urine ed è negativo, ecografia all addome ed è a posto, visita dall urologo e mi ha dato una terapia da fare per 3 mesi che sembrava aver portato risultati i primi duo ma al terzo mese è bastato un bagno al mare per darmela tornare. Io ora prendo tutti i giorni il cistiflux per cercare di evitare il monuril e sono sempre attaccata alla bottiglia Dell acqua ma sembro sempre sul filo del rasoio, continui bruciori e fastidi più o meno forti. Non so più come eliminare questa cosa. Qualsiasi consiglio è ben accetto. Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ci chiediamo come funzioni il suo intestino. Buona parte delle infezioni ed infiammazioni delle basse vie urinarie sono variamente legate ad una funzione intestinale non ottimale e ad alterazioni nella flora microbica residente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 540XXX

Salve grazie per la risposta. Io non sono regolare Nell andare in bagno. Può essere questa la causa?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ovviamente sì, anzi è certamente su questo che si devono concentrare le attenzioni, con opportune valutazioni, sia dal punto di vista gastro-enterologico che nutrizionale. La vescica molto spesso non è che la vittima innocente di cause che originano altrove.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 540XXX

Grazie mille per la risposta e la disponibilità. Chiederò consiglio al medico allora su cosa fare partendo da questo punto di vista. Grazie ancora