Utente 483XXX
Gentili dottori volevo potervi chiedere un chiarimento.
Anni a causa di una prostatite, l urologo è intervenuto subito con la cura senza poi preoccuparsi di richiedere la spermioculultura perché convinto fosse abatterica.
Risultato, dopo un anno ok, dopodiché ricaduta con risultato myclopsma.
Chiaramente questa superfialta' è stata grave e le conseguenze le ho pagate io con diverse cure a causa del cronicità provocatami.
Fatto sta, che alla fine, tutti i test, sono risultati negativi.
Ora però dopo 2 anni di buona situazione, sto avvertendo più spesso dolore fastidio a vescica piena e a volte un lieve fastidio/bruciore nell urinare.
Volevo chiedere, ma è possibile che da una prostatite cronica batterica negativizzata si possa passare a una prostatite cronica abatterica o si parla di nuovo di batterio?
Cioè l irritazione o l infiammo in questo caso da che può essere dovuto?
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
12% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Caro lettore
meglio ripetere le indagini colturali in genere un tampone e farsi visitare con esplorazione rettale etc.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Dottore la ringrazio x l attenzione.
Sicuramente provvederò quanto prima, ma la volevo aggiornare sul fatto che dopo aver fatto x 5 giorni oki ed eliminato una abitudine che avevo da poco, di consumare un limone (bere/mangiare) il pomeriggio a stomaco vuoto, praticamente a distanza di una decina di giorni i sintomi sono prevalentemente rientrati. Nessun bruciore.
Le chiedo se la cosa è collegata o può essere collegata..?
grazie di nuovo gentile Dottore.

[#3]  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
12% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gli antinfiammatori l' hanno aiutata.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Grazie x l attenzione Dot. Vicini.
In ultimo se possibile mi servirebbero 2 chiaramenti.
1 se nel mio caso, il consumo del limone può irritare..
2 trascorsi ormai 10/15 giorni dall ultimo antinfiammatorio e dalla sospensione giornaliera del limone posso stare relativamente tranquillo, visto praticamente scomparsi specifici fastidi, attribuendo il tutto a un periodo di irritazione, durato un paio di settimane.
Grazie x la comprensione.
Cordiali saluti.