Utente 548XXX
Salve dottori,sto avendo serie difficoltà ultimamente nel capire cosa mi affligge da ottobre 2018 a questa parte..
Tutto inizió la metà di ottobre,quando durante un normalissimo rapporto con la mia partner (il secondo per l’esattezza) perdo come la sensibilità del mio pene di conseguenza un calo dell’erezione,non mi allarmai e così anche la mi partner pensammo puó capitare finì sul ridere,ed andó tutto normale fino al mese successivo (metà novembre) quando si ripresentò questo problema..stavolta durante il primo rapporto,un calo e niente da fare nessuna ripresa..aspettai per capire cosa potesse essere magari ero solo stanco o magari lo stress,ma niente da fare.
L’unica cosa strana che notavo era un eccessivo sudorazione che non mi era mai capitata..ma sono un tipo che prende alla leggera questo tipo di segnali,avevo anche 4 rapporti al giorno ed adesso 0.
Costretto dalle circostanze a rivolgermi ad un andrologo della zona,raccontai tutto con molta tranquillità e lui escluse un fattore psicologico e digitalmente controlló la prostata che si sembro leggermente congestionata ,mi prescrisse baktrim-oki 7giorni-pelego una 20ina di giorni ma niente da fare,arrivó febbraio ed ebbi un calo del desiderio allucinante,arrivó marzo e notai una curvatura verso il basso del mio pene in fase semirigida,Verso metà maggio il desiderio è un po’ tornato e le erezioni sono al 70% ma ad oggi non riesco ad avere un erezione potente come prima,non ho erezioni mattutine o giornaliere,il mio pene sembra come sfibrato,flaccido come non mai,come se non avesse più la consistenza di prima ed ho notato anche la perdita di 2 cm della lunghezza del mio pene..(misurava 18 in erezione ora 15cm)hanno escluso un IPP perché ho solo 26 anni,ho cambiato tre medici nel giro di qualche mese e ho sentito cose assurde,ho eseguito analisi per conto mio come: ecodoppler dinamico dove non risulta ipp(ma il mio pene non era proprio in erezione era al 50%)
Esami del sangue per controllare lv ormonali (risulta il 17% in più di valori ormonali) (assumevo creatina e proteine allenandomi ad alternanza)
Rm zona sacrale (canale pudendi libero,nessun intrappolamento) vorrei solo capire cosa mi sta succedendo ed agire nient altro,vorrei solo questo,capire se ho sbagliato qualcosa e dove,rimediare a questo incurvamento e perdita di cm,ma nessuno sa dirmi niente.
Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

non è vero che "nessuno mi può dire niente!"
il suoi problema dovrebbe essere analizzato con gli opportuni accertamenti che possano vedere la presenza di fattori psicologici (Rigiscan) di fattori vascolari ( ecocolordoppler) dinamici (test con PGE1 per valutare il suo pene in massima erezione indotta.
le soluzioni poi esistono
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 548XXX

Salve dottore,la ringrazio per la rassicurazione e la spiegazione che mi ha dato,il mio problema è che qui dove mi trovo,i medici che ho incontrato fin ora sembrano al quanto frenati nel farmi eseguire questi controlli nello specifico
-Il primo mi disse che si trattava di una infiammazione prostatica,sarebbe svanito tutto al termine della terapia(mi disse che probabilmente anche il trattenere l’eiaculazione a lungo aveva creato questo problema)
-il secondo mi disse che la sintomatologia era anomala e mi disse di farmi delle punture direttamente sui corpi cavernosi almeno riuscivo ad avere qualche rapporto(assurdo) e in più aveva trovato una placca di qualche Cm proprio sotto il glande..e che mi avrebbe fatto una puntura di cortisone sulla parte per farla sfaldare(senza ecodoppler e niente)
-il terzo bocció entrambe le diagnosi dicendomi che avevo avuto a che fare con ignoranti e mi prescrisse il cialis perché la natura era prettamente psicologica,dopo aver constatato che così non era,mi controlló la prostata e mi disse forse è congestione prostatica dandomi così gli stessi farmaci che il primo dottore mi aveva prescritto.
Ho sempre seguito tutte le loro direttive:
Mangiare sano-l’assunzione dei farmi alla stessa ora per 20 giorni (Bactrim/Pelego)
Ho provato addirittura il Cialis 5 mg..
Adesso ho eseguito per conto mio uno spermiogramma e una spermiocoltura,per capire se si tratta di infiammazione di origine batterica o no,almeno so se ho assunto un antibiotico senza nessuno motivo,dopodiché andrò in cerca di un altro urologo/andrologo.
Se vi può far piacere vi terrò aggiornati

[#3] dopo  
Utente 548XXX

Effettuato spermiogramma e spermiocoltura
Tutto nella norma apparentemente,l’esito dello spermiogramma recita così è da notare che l’esame a fresco dell’eiaculato ha evidenziato 1-2 leucociti p.c.m. ed alcuni ammassi di spermatozoi massivamente agglutinati.
Tutto questo rispetto al campione testè esaminato.
Mentre l’esito della spermiocoltura: negativo per germi comuni e miceti .
Volevo inoltre segnalare che durante i rapporti noto qua e la ematomi su tutto il pene