Utente 118XXX
Salve dottori
Da ormai 8 anni quando faccio il mio controllo annuale, o in un modo o nell'altro trovo sempre sangue nelle urine o problemi urologici.
Per qualche anno alcune cellule delle basse vie, qualche antro anno prostatite curata e rientrata, ma da sempre sangue nelle urine.
Ho fatto esame sperma
Ricerca cellule, ecografia che segnalava sul rene sx qualche cristallino o renella.
Allego ultimo prelievo con esami sballati.
ACIDO URICO 7.8
ERITROCITI 70
PROTEINE 30


ES. EMOCROMOCITOMETRICO

GLOBULI BIANCHI 6,40 mila/mmc da 4,20 a 10,50
GLOBULI ROSSI 5,12 milioni/mmc da 4,50 a 5,80
EMOGLOBINA 14,80 g/dl da 14,00 a 18,00
EMATOCRITO 43,50 % da 42,00 a 52,00
VOLUME GLOBULARE MEDIO (MCV) 85,00 fl da 80,00 a 94,00
CONTENUTO MEDIO DI HB (MCH) 28,90 pg da 27,00 a 31,00
CONCENTRAZIONE MEDIA DI HB (MCHC) 34,00 g/dl da 33,00 a 37,00
PIASTRINE 180 mila/mmc da 130 a 400
FORMULA LEUCOCITARIA
NEUTROFILI 58,20 % da 45,00 a 75,00
LINFOCITI 31,40 % da 22,00 a 55,00
MONOCITI 7,20 % da 1,00 a 10,00
EOSINOFILI 2,70 % da 0,00 a 3,50
BASOFILI 0,50 % da 0,00 a 1,80
Valori Assoluti NEUTROFILI 3,73 x K/UL da 2,00 a 8,00

LINFOCITI 2,01 x K/UL da 1,50 a 3,50
MONOCITI 0,46 x K/UL da 0,16 a 1,00
EOSINOFILI 0,17 x K/UL da 0,00 a 0,70
BASOFILI 0,03 x K/UL da 0,00 a 0,15
Metodo: endpoint temporizzato

SIDEREMIA 94ng/dl da 65 a 175


Metodo: CINETICO
GLICEMIA 101mg da 60 a 110
Metodo: Cinetico enzimatico

GOT (AST) 20 UI/Lda 14 a 50
Metodo: Cinetico enzimatico

GPT (ALT) 42 UI/L da 11 a 60

GAMMA-GT 56 UI/L da 11 a 85
Metodo: Spettr. Reaz Sali di diazonio

BILIRUBINA TOT 0,71 mg% da 0,10 a 1,35

BILIRUBINA DIRETTA 0,14 mg% da 0,00 a 0,35
BILIRUBINA INDIRETTA 0,57 mg% da 0,10 a 1,00

Metodo: endpoint temporizzato
ACIDO URICO 7,8 mg da 3,5 a 7,2

Metodo: Cinetico enzimatico
AZOTEMIA 32mg da 20 a 50

Metodo: Cinetico Jaffe' modificato

CREATININA 1,07 mg da 0,80 a 1,30

Metodo: Chemiluminescenza

P.S.A. TOTALE 0,30 ng/ml fino a 3,60

Metodo: Riflettanza ESAME URINE COMPLETO
COLORE Giallo Paglierino
ASPETTO Limpido

PESO SPECIFICO 1,017 da 1,005 a 1,035 pH 5,5 da 5,5 a 7,5

PROTEINE (PRINURIA)30mg fino a 15

GLUCOSIO (GLICOSURIA) Assente mg/dl Assente
CORPI CHETONICI Assenti Assenti
BILIRUBINA Assente mg/dl Assente
EMOGLOBINA MEDIO Assente
ESTERASI LEUCOCITARIA Assente c/uL
NITRITI Assenti

UROBILINOGENO 0,2 mg/dl fino a 1,0
rapportare gli elementi per campo microscopico divedendo per sei
ESAME CITOFLUORIMETRICO (UF1000i)
ERITROCITI. 70/uL fino a 20
LEUCOCITI 4 /uL fino a 25

CELLULE DELLE ALTE VIE 1 /uL fino a 10
CELLULE DLLE BASSE VIE 1 /uL fino a 30
BATTERI 0 /uL fino a 800
Metodo: esame colturale
ESAME COLTURALE DELL'URINA
Risultato Negativo
Cosa mi suggerite?
Grazie mille

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se la presenza di tracce di sangue nelle urine è continua e non modificata nel tempo da ormai molti anni è abbastanza chiaro che la causa debba essere benigna, poiché altrimenti si sarebbero certamente manifestate altre situazioni o disturbi. La presenza di calcificazioni renali (seppur minime) od una irritazione prostatica a lungo decorso potrebbero certamente essere in grado di causare questo lievissimo sanguinamento. Vi sono comunque casi in cui non si riesce ad individuare una causa precisa e ci si arrende all’evidenza, considerando che la perdita di sangue è irrisoria. Tra i suoi esami si evidenzia solo un lieve rialzo dell’acido urico, che inizialmente potrebbe essere trattato solo con qualche attenzione all’alimentazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 118XXX

La ringrazio per la gentile risposta,
L'acido urico potrebbe anche essere ereditario e in ogni caso di tanto in tanto mi faccio 15gg di allopurinolo.
Non mai avuto febbre e cerco di superare i 2 lt acqua per giorno.
Il mio timore, è che con il passare degli anni si potrebbe presentarsi un qualche tumore alla prostata vie urinarie reni ecc, o varie infezioni.
Ho fatto psa, esame dello sperma, ricerca delle cellule ecc ed è tutto negativo.
Vorrei risolvere questa fastidiosa situazione.
Cordialmente

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A quale situazione si riferisce?
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 118XXX

Il fatto del sangue nelle urine vorrei risolvere.

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per trovare una soluzione (posto che esista) è ovviamente necesario isolare la causa, cosa che - come già le scrivemmo - talora non è possibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 118XXX

Grazie ancora dottore,
Mi sono dimenticato una cosa importante:
Ho il papilloma virur, potrebbe essere la causa del sangue nelle urine?
Avendo rapporti non protetti con mia moglie, potrei passare oltre il papilloma anche altre malattie o ingezioni?

[#7]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
No.
Il papilloma viene ovviamente trasmesso per via sessuale, ma solo pochissimi ceppi sono veramente pericolosi. E' un argomento di competenza dermatologica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 118XXX

Grazie dottore per le gentili risposte,
Poiché rx ed ecografie non hanno evidenziato un granché su reni e vie urinarie, (solo anni fa una prostatite) potrebbe essermi utile una urografia per individuare da dove proviene il sangue nelle urine? In alternativa lei suggerisce altro?

[#9]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'urografia non si esegue più da molti anni. Con una ecografia del tutto silente, la TAC parrebbe ridondante. Si potrebbe consigliare comunque una endoscopia, anche se limitata alle sole basse vie urinarie. D'ogni modo le possibilità di riscontrare una lesione significativa sono molto modeste, in particolare per il lungo tempo trascorso. Lasciamo decidere al suo urologo, che la conosce molto meglio di noi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 118XXX

Grazie mille dottore e mi scusi per tutto.
In seguito a visite ginecologiche gli è stato riscontrsto il papilloma virus, probabilmente passato da me.
Da qualche settimana mia moglie ha febbricola e dopo aver fatto gli esami aveva formula leucocitaria inversa e infezione vie urinarie.
Abbiamo sospeso attività sessuale e la febbre è regredita, ripete urinocultura tutto ok.
A distanza di giorni abbiamo ripreso a fare sesso ed è ricomparsa la febbre e l'urinocoltura evidenzia di nuovo gli stessi problemi.
Che esame potri fare io per capire se ho una malattia che genera le tra ce di urina o che comporta questo problema a mia moglie?
La ringrazio e la saluto cordialmente

[#11]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La trasmissione di infezioni da germi comuni per via sessuale dal maschio alla femmina è poco verosimile. E' invece più comune che succeda il contrario. per la femmina è abbastanza comune avere una contaminazione cronica dell'a.srea genitale da poarte di batteri di origine intestinale.Un cattivo funzionalemto dell'intestino con alterazione della flora microbica residente è in genere una condizione favorente. Il seppur modesto trauma del rapporto sessuale è in grado di favorire il passaggio di questi batteri, complice la brevità.ù dell'uretra femminile è la quasi contiguità con l'ultimo tratto intestinale. Per questo motivo., le basse vie urunarie trendono ad essere la vittima innocente di probelmi che si originano altrove ed altrove devono essere affrontati. .Dal punto di vista urologico, una volta escluse altre possibili cause locali, l'unico consiglio sensato è quello di mantenere sempre le urine ben diluite con una buona idratazione. La situazione intestinale deve essere invece affrontata dal punto di vista gastro-enterologico e nutrizionale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 118XXX

Grazie mille,
Le evidenzio i valori anomali dell'urino cultura di mia moglie.
ESTERASI LEUCOCITARIA 500C/uL
LEUCOCITI. 76 /uL
BATTERI 289
CELL ALTE VIE 4
CELL BASSE VIE 12

Lei avverte forte prurito.

La cosa strana è che 40giorni fa ha fatto la prima cultura ed evidenziava piu o meni gli stessi problemi, circa 20 giorni fa la ripete ed era tutto perfetto e niente febricola,
Ieri di nuovo febricola prurito vaginale forte e di nuovo cultura sballata.

[#13]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Questo è in pieno accordo con le considerazioni di cui al nostro precedente contributo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 118XXX

Grazie ancora dottore,
Secondo la sua esperienza e conoscenza, quale tipo di esame dovrebbe fare mia moglie o io per individuare la fonte dei problemi?

[#15]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il provvedimento più utile è in genere la valutazione ed il miglioramento della funzione intestinale della donna.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#16] dopo  
Utente 118XXX

Perdoni la mia ignoranza,

Mia moglie ha la formula leucocitaria inversa con febbricola, ha problemi ginecologigi tipo papilloma e ovaio policistico,
Ha problemi alle vie urinarie da quello che si evince dalle urino culture ma sia nella ecografia che nella tac non si evidenziava nulla
E addirittura potrebbe avere problemi a livello intestinale?
Grazie per la risposta
Quale figura medico specialistica potrebbe visitare in tal senso mia moglie?
Cordialmente ringrazio e saluto.

[#17]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In asssenza di altere significative alterazioni rilevabili dagli accertamenti eseguiti (ecografia, TAC, ecc.) la positività frequente delle urocolture, accompagnate o meno da disturbi (cistite, febbre, ecc.) è quasi sempre legata ad uno squilibrio della flora batterica intestinale. I disturbi (colite, stitichezza, ecc.) sono talora evidenti, altre volte meno. Le intolleranze alimentari hanno spesso un ruolo significativo. Di queste situazioni si occupa giustamente l'urologo a livello di inquadramento generale, ma la situazione intestinale deve essere valutata da un gastro-enterologo e da un nutrizionista.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#18] dopo  
Utente 118XXX

Benissimo,
Calcoli che noi da 2 mesi siamo alle frese con questa febbricola e andiamo avanti e indietro da centro di ematologia dove hanno fatto fare a mia moglieoltre 40 esami per fortuna tutti negativi, dalla caratterizzazione delle cellule al quantiferon e altro.
Siamo tutti terrorizzati che possa trattarsi di un brutto male latente, ora stiamo aspettando solo esami immunologigi e tipizzazione.
Se dovesse trattarsi di un problema a livello intestinale sarebbe paradossalmente una fortuna per noi (escluse malattie gravi)
In ogni caso settimana prossima ci metteremo in contatto con qualche bravo gastroenterologo.
Leggevo su internet anche la correlazione con la sifilide, potrebbe essere?
Grazie mille ancora per tutto

[#19] dopo  
Utente 118XXX

Salve dottore,
Ci potrebbe essere correlazione tra la formula leucocitaria inversa e l'eventuale problema alle vie urinarie?

[#20]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
No
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#21] dopo  
Utente 118XXX

Ho letto su internet che alcuni batteri intestinali possono provocare febbricola e inversione formula leucocitaria, a che alcuni virus o infezioni.

[#22] dopo  
Utente 118XXX

Salve dottore,
Dopo il suo suggerimento mia moglie è stata da un gastroenterologo, che dopo averla visitata sotto anestesia le ha detto che ha avuto contemporaneamente 2 virus uno dei quali è la mononucleosi.
Ha anche effettuato una biopsia dello stomaco e dei succhi per analizzarli.
Secondo il suo parere l'inversione della formula leucocitaria e febbricola è dovuta a questo ed ha anche detto che la malattia l'ha contratta addirittura a dicembre e che ora dovrebbe essere in fase di miglioramento.
Invece il giorno prima l'ematologo ha detto che bisogna fare esame del midollo e successivamente la PET.
secondo lei (capisco che non ha materiale a disposizione) potrebbe essere stata la mononucleosi a far venire febbre e formula leucocitaria inversa?
Cordialità

[#23]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certamente sì.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing