Utente 574XXX
Buongiorno,
in data 26/11 eseguo una visita andrologica di controllo per verificare che tutto sia nella norma; non avevo nessuna sintomatologia.

Il medico, tramite palpazione dei testicoli, non rileva nessuna anomalia.
Purtroppo non poté eseguire un'ecodoppler poiché aveva problemi con il macchinario, rassicurandomi comunque che tutto era nella norma.
Mi congeda dicendomi di fare uno spermiogramma, ed una volta eseguito, di ritornare da lui che avremmo eseguito anche ecodoppler.
Ho eseguito due giorni fa lo spermiogramma (con raccolta presso il centro analisi) ed ho già fissato la visita andrologica per il 23 dicembre.


Ho ricevuto il risultato che mi preoccupa molto, considerata anche la mia età.

Ecco i risultati e valori di riferimento:

Astinenza: 4 giorni (2-7)
Volume: 4, 5 ml (1, 5 - 6, 8)
Colore: bianco-grigiastro
pH: 7, 9 (7, 2 - 8, 0)
Aspetto: omogeneo
Fluidificazione: avvenuta a 10 minuti dalla consegna del campione.

Concentrazione: 48 mil/ml (15-213)
Conta dei nemaspermi: 216 mil/eiaculato (39 - 802)
Nemaspermi mobili: 22% (40-78%)
Progressivi rapidi/lenti: 7% (32-72%)
Non progressivi: 15% (1-18%)
Immobili: 78% (22-59%)
Nemaspermi normali: 16% (4-44%)
Nemaspermi anormali: 84%

Nel referto c'è anche questo appunto: N.
B.: I DATI DEI SINGOLI PARAMETRI DEVONO ESSERE CONSIDERATI GLOBALMENTE.
I VALORI AL DI FUORI DEGLI INTERVALLI DI NORMALITÀ NON DEVONO NECESSARIAMENTE ESSERE CONSIDERATI IN CONTRASTO CON LA CAPACITÀ FERTILIZZANTE.
IL LABORATORIO ADERISCE AL PROGRAMMA VEQ DELLA REGIONE TOSCANA.
LA MASCHERA DI REFERTAZIONE SEGUE LE LINEE GUIDA WHO.


Confrontando il mio risultato con altri spermiogrammi indicati su questo portale non capisco perché nel mio non sono stati indicati leucociti e non è stato eseguito test di vitalità, che da quello che ho capito dovrebbe essere eseguito con una percentuale di immobili come la mia.
Mi lascia anche dubbioso il fatto che l'immobilità abbia "colpito" solo quelli progressivi, mentre quelli non progressivi sono abbondantemente nella norma.


Considerando che avrò la visita dal mio andrologo di riferimento tra una settimana e mezzo, mi consigliate di velocizzare le tempistiche in qualche modo?
Magari eseguendo già un ulteriore spermiogramma, magari con spermiocoltura?
Se sì, mi consigliate di eseguirlo nello stesso centro analisi?


Attualmente non cerco figli, ma con la mia ragazza (23 anni) stavamo cominciando a programmare un'inizio di tentativi già dal prossimo anno.
Direi che se i risultati rimangono questi non avrò possibilità di ottenere una fecondazione in modo naturale; con questi valori sarebbe comunque possibile procedere con pratiche di fecondazione assistita?


Per completare il quadro clinico:
-Svolgo un lavoro d'ufficio
- Pratica una moderata attività sportiva 1-2 volte a settimana
- Non bevo
- Ho smesso di fumare da 2 anni
- ho avuto un'ernia inguinale in età pediatrica risolta con erniectomia al Meyer di Firenze ed una circoncisione parziale a circa 14 anni.


Vi ringrazio molto

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non drammatizzi, il suo non sembra essere un esame del liquido seminale "drammatico".

Detto questo bene ora sentire o risentire in diretta il suo andrologo di riferimento e con lui completare le indagini già programmate ed eventualmente rifare un esame del liquido seminale nel laboratorio che lui le indicherà.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 574XXX

Gentile Dott. Beretta,
la ringrazio per la celere e rassicurante risposta.

Avrei ancora un paio di domande:
- Quanto può influire una condizione psicologica non "ottimale" (dovuta ad ansia e al luogo/situazione di raccolta) su uno spermiogramma?
- Statisticamente il problema della motilità è un problema risolvibile?

La ringrazio,
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lo stress sempre ha un ruolo negativo su vari aspetti della fertilità umana; "il problema della motilità", quando fatta una precisa diagnosi, è quasi sempre risolvibile.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 574XXX

Gentile Dott. Beretta,
ci tengo ad aggiornarla in merito agli approfondimenti fatti.

Mi sono recato nuovamente dal mio andrologo che mi ha indicato una struttura presso la quale eseguire ecocolordoppler.
Il medico che ha eseguito l'ecografia ha detto "tutto nei limiti di norma". Non è stato riscontrato varicocele ne infiammazioni di alcun tipo. Il referto dice: "Testicoli regolari per forma e struttura. Il Dx ha volume di 13.4ml e il Sin. di 10.4ml. Cisti della testa di entrambi gli epididimi (le più grandi 4.9 mm a dx e 4.5 mm a sin.). Restante struttura epididimaria omogenea. Minima falda fluida endovaginale (spessore massimo 6.9 mm a dx), ai limiti del fisiologico. Non alterazioni di entrambi i funicoli, in particolare non si evidenziano ectasie venose, né reflusso con manovre di attivazione".

Cosa ne pensa? Ho letto che i testicoli sono di dimensioni leggermente inferiori alla norma, potrebbe esserci correlazione con il mio spermiogramma?

Il mio andrologo mi ha suggerito, nel caso in cui tramite ecocolordoppler non venisse riscontrato niente di anomalo, di rivedersi verso fine febbraio con i risultati di un nuovo spermiogramma (mi ha indicato un centro analisi differente rispetto al primo). Posso seguire questo iter già fissato oppure pensa sia già necessario rivedere il mio andrologo?


La ringrazio,
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua attentamente tutte le indicazioni datele dal suo andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 574XXX

Cosa ne pensa del volume testicolare? Potrebbe esserci correlazione con il mio spermiogramma?

Grazie

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, non ci sono correlazioni così strette!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com