Utente 589XXX
Salve, intanto vorrei scusarmi per la domanda in un periodo di crisi per la maggior parte dei medici, ma ho bisogno di aiuto.
Sin da bambino all’inizio della pubertà ho sempre di sofferto di un rigonfiamento dei capezzoli, il quale mi ha portato diverse problematiche, all’età di 18 anni decisi di sottopormi ad un intervento per la rimozione del tessuto adiposo, ma con il medico del momento non decidemmo di asportare le ghiandole (non ricordo il motivo principale, ero ancora piccolo e lascia decidere lui).
Premetto che sin da piccolo ho sempre praticato sport, tanto da arrivare ad un punto in cui (perfortuna solo tre settimane) abusai di sostanze dopanti (questo prima della chirurgia), il quale mi portó diversi problemi a livello di testosterone ma perfortuna capì la cavolata fatta nonostante l’età e misi al corrente famiglia e dottori.
Tutto si concluse per il meglio, ovviamente non abusai più e i miei ormoni tornarono alla completa normalità e il mio petto nonostante non ci fu nessuna asportazione delle mammelle, risultava e risulta ancora un pettorale muscoloso, dall’etá di 18 anni fino ad’ora (23) non smisi mai di praticare sport, non abusai più di nessuna sostanza.

È da ormai un mesetto a questa parte che la mia libido è abbastanza bassa, io ho pensato ovviamente che il motivo sia psicologico, dato a diversi problemi a cui sto passando nella mia sfera sociale, il problema è che da alcuni giorni sento un fastidio costante ad uno dei due capezzoli, che potrebbe essere dovuto al fatto che ho eseguito delle attività sportive utilizzando una maglia di lana, bhe fatto sta che l’ansia e la paura si sono di nuovo impadronite di me.

Sento che sotto il capezzolo (destro) c’è una pretuberanza, la stessa che riconobbi all’età di 12 anni, la mia domanda è possibile che stia tornando la ginecomastia?
o siccome la ghiandola non è mai stata asportata, risulti ancora così in fuori?
il capezzolo a prima vista è normalissimo, ma è da poco che mi sono accorto, premetto che dopo l’operazione non ho più toccato il capezzolo, o comunque sia non per sentire se ci fosse qualcosa sotto, ho paura di un insorgenza, vi ringrazio per la pazienza e mi scusi per il fatto che il testo ora scritto da me é purtroppo confusionario, vi auguro un buon lavoro.

Saluti

[#1]  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
CHIAVARI (GE)
PIACENZA (PC)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.le utente

una semplice visita specialistica può chiarire i suoi dubbi eventualmente seguita da una ecografia alle mammelle anche a scopo preventivo visti i suoi trascorsi e quindi se poi fosse necessario una valutazione ormonale.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 589XXX

La ringrazio molto per la risposta velocissima,ovvio procederó appena possibile con delle visite specialistiche,la mia domanda peró era un altra,intendevo se la ghiandola non essendo stata asportata puó essere così facile sentirla

[#3]  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
CHIAVARI (GE)
PIACENZA (PC)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
se la ghiandola non è stata asportata e vi è una ginecomastia con l'esame obbiettivo si può diagnosticare, mentre per quantificare il grado di ginecomastia serve l'ecografia.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#4] dopo  
Utente 589XXX

Ok,la ringrazio per il tempo speso,arrivederci.