Disfunzione erettile

Buongiorno a tutti.
Sono un uomo di 30 anni che soffre di diabete mellito tipo 1 da 15.
Da alcune settimane lamento problemi di erezione e calo della libido.
La mattina, le erezioni al risveglio sono totalmente assenti, e le poche che raggiungo sono parziali.
Pur non avendo mai avuto un rapporto sessuale, per quanto possa sembrare strano a questa età, credo inoltre ultimamente di soffrire anche di eiaculazione precoce, in quanto l'eiaculazione avviene dopo poche stimolazioni tramite masturbazione.


Vengo inoltre da periodo depressivo durato circa due anni, con frequenti sbalzi d'umore che cosa più grave, mi ha portato ad avere sbalzi glicemici non indifferenti, con frequenti ipoglicemie.


L'episodio di disfunzione erettile si è verificato da un giorno all'altro senza che io abbia percepito campanelli d'allarme di qualche tipo.

Provo le stesse sensazioni, se non peggiori, di quelle del periodo refrattario.

In precedenza praticavo masturbazione ed edging con tecnica start-stop circa una volta al giorno, fino a che non ho perso totalmente interesse nella pornografia subito dopo l'eiaculazione.

Non nascondo che sto vivendo questa situazione con un po' di ansia, e benché il mio diabetologo non mi ha mai prescritto una visita da un Andrologo, credo sia a questo punto inevitabile.


Ho quindi 3 domande, le quali mi scuso se dovessero risultare stupide (ci tengo a precisare che non sono fumatore né consumatore di bevande alcoliche):

1) Può essere stato l'edging frequente, ovvero lo sfregamento senza eiaculazione causa di questo problema?

2) Eliminando totalmente la pornografia, che non consulto più da settimane può il problema risolversi da solo?

3) Qualora il problema sia dovuto al Diabete, è risolvibile, o ci dovrò convivere per tutta la vita?


RigraziandoVi anticipatamente, colgo l'occasione per inviare cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

purtroppo in presenza di queste situazioni cliniche complesse e particolari, come la sua, senza una valutazione clinica diretta è impossibile formulare una risposta mirata e corretta.

Bisogna, a questo punto, riconsultare in diretta il suo andrologo od urologo di fiducia.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2459-deficit-erettivi-e-fumo-di-sigaretta.html.

Infine può leggere anche il libro, da me scritto, Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie Edizioni del Cerro collana Percorsi in sessuologia Pisa

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente un’indicazione precisa.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio