Masturbazione senza eiaculazione, effetti collaterali?

Salve,
vorrei chiedere informazioni in merito a una pratica che usavo molto in passato (per tanti anni) e se tale pratica possa avermi causato effetti collaterali (ho 28 anni).

Si chiama edging, praticamente mi masturbavo o mi toccavo per tante ore ogni giorno, e decidevo di eiaculare in un certo giorno (a volte aspettavo anche più di 20 giorni o comunque aspettavo tot. giorni prima di eiaculare); non sempre facevo questo edging, dipendeva insomma dai periodi in cui avevo più forte la dipendenza da pornografia e associato il disturbo ossessivo compulsivo.

Sono andato dal mio andrologo a fine 2021, ho cercato di spiegargli un po' questa pratica e in seguito alla visita di controllo e allo spermiogramma non è stato rilevato nulla di anomalo.
Quando facevo quella pratica, succedeva anche quel fenomeno chiamato "blue balls", e avevo dolorini in alcune zone diciamo perché non mi "lasciavo andare", poi passavano da soli.

Volevo chiedere gentilmente un vostro parere: anche se dallo spermiogramma e dal PSA ai prelievi del sangue non è stato rilevato nulla, possono esserci stati effetti collaterali?
Su Internet si leggono tante informazioni contrastanti, addirittura cancro alla prostata.

Chiedo anche a voi perché all'andrologo gliene avevo parlato velocemente di questa pratica, e qui ho potuto spiegare un po' meglio.
Grazie mille in anticipo della vostra cortese attenzione.

PS. una seconda domanda se posso: se l'uomo non eiacula per un certo periodo, gli spermatozoi in eccesso vengono riassorbiti nel corpo? o si rischia l'eiaculazione retrograda? e se sì, come si può certificare di averla?
il mio andrologo se ricordo bene mi disse che lo sperma non eiaculato veniva espulso nelle urine... spero che l'edging non porti all'eiaculazione retrograda
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 15.9k 470 2
caro lettore
come tutte le pratiche che forzano i fenomeni naturali potrebbe allaliunga determinare problemi anche fisici e funzionali.
cerchi di essre più naturale possibile e ne parli con il suo specialista per gli accertamenti di base del caso
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
Utente
Utente
Grazie dottore per la risposta, al momento sto bene fortunatamente, però per quanto riguarda l'eiaculazione retrograda volevo chiederle c'è un modo per rendersene conto? Avevo fatto lo spermiogramma, non so se con quello ce se ne rendeva conto.
Ad ogni modo sia spermiogramma sia PSA erano tutti ok...
spero di non aver causato danni di nessun tipo ora che ho smesso queste pratiche già da tempo...
[#3]
Utente
Utente
ps. nel mio caso c'è l'eiaculazione, però vorrei capire se per caso un po' di sperma può andare a finire nelle urine (penso rendendole torbide o qualcosa di simile)..
Vorrei chiedere gentilmente se c'è un modo senza diagnosi dello specialista per capire se si soffre di eiaculazione retrograda...
(perché se non ne soffro, è inutile fare l'urinodinamica per capire se ci sono tracce di eiaculazione nell'urina).
Lo dico perché anni fa mi sembrava di produrre più eiaculato...
Ps2: prendevo zoloft e risperdal dal fine 2013 a 2015 e poi ho smesso
Tumore alla prostata

Il tumore alla prostata è il cancro più diffuso negli uomini, rappresenta il 20% delle diagnosi di carcinoma nel sesso maschile: cause, diagnosi e prevenzione.

Leggi tutto