Mancanza di erezione prima di un rapporto

Salve, ringrazio in anticipo per l’eventuali risposte.
Sono un ragazzo di 21 anni;
Il mio problema è la mancanza di erezione solamente prima di un rapporto, cosa mai capitata prima anche perché sono stato per un bel paio di anni fidanzato; finché poi a febbraio dell’anno scorso ho conosciuto una ragazza e prima di avere il rapporto ho avuto la completa mancanza di erezione, alla quale abbastanza preoccupato sono andato dall’urologo per fare una visita, alla quale non è stato riscontrato nulla...il dottore mi ha detto che era soltanto una questione di blocco...e per sbloccarmi mi ha dato una pillola di rabestrom 50mg.

Io poi questa pillola l’ho ripresa a maggio e tutto è andato bene, anche dopo quella volta (unica volta che ho preso la pillola).
Tutto era tornato nella norma per tutta l’estate avevo rapporti senza alcun problema fino a qualche settimana fa.
Quando comunque ho conosciuto una nuova ragazza e qualche giorno fa ho riscontrato di nuovo lo stesso problema... anche se però il problema è nato solo prima del rapporto, cioè nel momento in cui eravamo assieme e non ero consapevole di avere un rapporto tutto va bene.
Anche 15/20 minuti prima tutto era in norma.

Naturalmente ne ho parlato con la ragazza del fatto che comunque ero anche in ansia e siamo comunque rimasti vicini a tal punto che stavo o comunque ho avuto un’erezione ma non duratura perchè comunque pensavo al fatto di non averla...
Purtroppo sono un tipo che si crea troppi problemi e mi blocco mentalmente.

La cosa comunque strana è che per tutta l’estate e fino a qualche settimana fa tutto andava bene senza uso di farmaci.

E la cosa che c credo mi fa tranquillizzare e che penso il mio non sia fattore di cause organiche, perché comunque stando a contatto normalmente con questa ragazza è senza pensare ad un eventuale rapporto tutto va bene.
[#1]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,8k 637 1
Caro Utente,va da se come gli aspetti psicosessuologici siano preponderanti e,quindi,dopo essersi sottoposto ad una visita specialistica,se il disagio continua,consiglierei di tutelare anche gli aspetti psicosessuologici.Cordialita'

Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test