Scarsa erezione, poco liquido durante l’eiaculazione

Salve, presto mi chiameranno per sottopormi ad un intervento di orchidopessi bilaterale, per testicoli in ascensore.

Circa due mesi fa mi è stato diagnosticato in seguito a dolori ad entrambi testicoli anche un epididimite curata tramite antibiotico.

Nonostante questo mi è stato diagnosticato anche un piccolo varicocele, ho eseguito uno spermiogramma con risultato di esame buono detto dal mio urologo, con modesta astenospermia non sono preparato in questo campo e mi scuso se sbaglio termini, (motilità progressiva 20%, motilità totale 55%.

Dopo 1 ora.

,
Spermatozoi 35.000.

000, Numero totale spermatozoi 70.000.

000, Forme tipiche 7% Forme atipiche 93%,
Ph 7, 6.

Con 5gg di astinenza.

) Oggi a distanza di mesi trovo che durante il rapporto o masturbazione, eiaculando vedo che il liquido è drasticamente diminuito, non so se è il caso di preoccuparmi a seguito di tutto ciò che mi è stato diagnosticato, se è qualcosa legato al mio piccolo varicocele, o ai testicoli mobili.

So che mi trovo in una situazione di stress e paura per via di ciò che mi aspetta a breve essendo la mia prima operazione chirurgica magari sarà tutto ciò il problema, volevo un consiglio da voi specialisti.

Grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 425 2
Caro lettore

lei ha già fatto quello che deve essere fatto da un paziente con un tale problema, farsi seguire da un o specialista, andrologo, che saprà come guidarla nella soluzione dei suoi problemi
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua risposta dottore, mi affligge un dubbio da molto tempo, esistono cure per far si che la mia modesta astenospermia migliori? Posso comunque indurre una gravidanza in base ai valori dello spermiogramma che gli ho scritto? Fra 3 mesi ne farò un altro, che per altro ho eseguito lo spermiogramma 8 giorni dopo la fine dell’antibiotico non so se ha compromesso l’esito l’infezione, e la cura. Cordiali saluti dottore

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test