Assenza totale di erezioni da una settimana, 25 anni

Buonasera,

Dopo mesi di forte stress imputabili ad un'ansia da prestazione sessuale che mi accompagna da circa un anno, un nuovo lavoro e la depressione da lockdown, la scorsa settimana mentre mi masturbavo ho perso improvvisamente l'erezione.


Da quel giorno vivo nell'ansia costante e sto dormendo pochissimo.
Nonostante vari tentativi di "rianimazione", non sono più riuscito ad ottenere neppure un accenno di rigidità (apparentemente neppure durante il sonno).
Mi sono masturbato due volte eiaculando a pene flaccido e solo in quell'occasione, al momento della fuoriuscita dello sperma, il pene ha accennato una flebile erezione (25% di un'erezione standard).

Pacifico che mi rivolgerò il prima possibile ad uno specialista andrologo per fare luce sulla vicenda, avrei nel mentre un paio di domande da porvi.


1.
E' possibile che una causa organica causi all'improvviso una capacità di erezione definitiva pari a 0?

2.
Da un anno e mezzo a questa parte ho vicino al glande una "pallina" di circa mezzo centimetro di diametro palpabile esclusivamente a pene eretto, molto dura e non mobile.
Ai tempi avevo sottoposto il problema ad un medico durante una visita al pronto soccorso, che, non sentendo nulla a palpazione da pene flaccido mi aveva tranquillizzato dicendo non fosse niente di grave.

Tengo a precisare che questa piccola pallina non mi ha mai dato fastidio, e neppure disturbi quali curvatura del pene.
Ho però nelle ultime settimane avvertito la presenza, sempre in fase di erezione, la presenza di due "granellini" sempre non mobili in altre due parti del pene.

Cosa potrebbe essere secondo voi?
Questi piccoli noduli potrebbero avere causato questo improvviso e marcato deficit erettile?


In ultimo tengo ad informarvi che questo episodio mi ha molto destabilizzato psicologicamente, causandomi insonnia, ansia terribile e depressione.
Stamattina, pensando a scene erotiche ho sentito il bisogno di masturbarmi, ma nonostante fossi apparentemente tranquillo come nei giorni scorsi il mio pene non ha accennato la benché minima erezione.

E qui la terza domanda:

3.
Il mio stato psico-fisico può causare un simile episodio di mancanza totale di erezione nonostante fossi apparentemente tranquillo ed eccitato?


Ringraziandovi in anticipo per la disponibilità, porgo Distinti Saluti.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 421 2
caro lettore
anche gli "antichi" sapevano che il "pene non vuole pensieri"
però, qualche volta il pene può avere delle problematiche vascolqri che gli impediscono una erezione valida
senta uno specialista andrologo
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dr. Pozza,

In primis grazie per il suo cortese riscontro.

Ad oggi non riesco ad avere erezioni neppure con stimolazione manuale (riesco ad ottenere una erezione appena sufficiente con stimolazione mentale ma appena inizio a stimolare il pene manualmente perdo subito l'erezione).

Ho ricominciato a dormire meglio e le erezioni notturne per fortuna sono ricomparse: stanotte mi sono svegliato tre volte e tutte e tre le volte ho trovato una bella erezione che si è mantenuta per più di 10 minuti mentre ero nel letto.
Anche qui.. un'altra stranezza: riesco a mantenere un'erezione per più di 10 minuti a letto senza stimolarmi manualmente e appena mi alzo per andare in bagno la perdo in 20 secondi...

Sabato ho il primo appuntamento con un sessuologo e tra un paio di settimane ho un'ulteriore visita con l'andrologo per (spero) un'ecocolordoppler penieno dinamico.

Grazie ancora e saluti.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno a tutti,

Come da precedente messaggio ho ricominciato ad avere ottime erezioni notturne e mattutine. Quando mi sveglio e resto a letto tranquillo l'erezione dura anche un'ora senza né toccarsi, né pensare a cose erotiche.

Qui la prima stranezza: mi basta mettermi in piedi per perdere l'erezione in un minuto (dopo 20 secondi il pene è già a mezz'asta).
Stessa cosa se mi metto seduto.

Un'altra stranezza è che sia da in piedi, sia da seduto riesco ad ottenere un'ottima erezione senza stimolazione manuale ma anche solo pensando a cose erotiche (cosa che fino ad un paio di settimane non riuscivo assolutamente a fare, non c'era modo di avere un'erezione).
Il problema è che quando inizio a masturbarmi alcune volte il pene perde di rigidità nonostante una stimolazione manuale molto forte, arrivando ad eiaculare a pene appena sufficiente per una penetrazione.

Sono stato dall'urologo e dopo avermi fatto fare gli esami di rito (ho il testosterone a 3.63, quindi a detta sua un po' bassino), mi ha prescritto una cura di Cialis 5mg da prendere ogni due giorni per sei mesi, L-arginina e vitamina D.
Sinceramente sono rimasto un po' perplesso... , secondo voi prima di iniziare il trattamento non sarebbe meglio fare un accertamento vascolare?

Grazie e Buona Domenica.
[#4]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 421 2
caro lettore
prima il ecodoppler poi, eventualmnete il cialis a mio parere
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
Il primo urologo non ha voluto procedere con ulteriori indagini nonostante mia esplicita richiesta di eco color doppler penieno dinamico, rimandando la cosa a dopo il trattamento di almeno 3 mesi con Cialis, Arginina e Vitamina D.

Sono quindi andato da un secondo andrologo, dopo avergli detto che da 2 anni e mezzo soffro di una leggera nicturia mi ha sentito la prostata.
Appena l'ha toccata ho sentito un bruciore intenso alla punta del pene, sentivo come se dovessi urinare all'istante.
Mi ha quindi fatto un'eco prostatica da vescica piena e vuota, confermando la diagnosi di prostatite con segni di una prostatite precedente (allego foto ecografo).

https://ibb.co/bP3j6Kw
https://ibb.co/HpXycts

Mi ha prescritto:
- idropinoterapia (urinare 2 litri in 24 ore) a tempo indeterminato.
- topster 1 supposta per 5 sere consecutive ogni 15gg x 2 mesi
e 2 mesi di Cialis per riprendere confidenza con la mia erezione.

Si è purtroppo rifiutato anche lui di farmi un eco color doppler penieno dinamico.

Vi chiederei quindi due cose:

1. La terapia prescritta vi sembra corretta? Ho visto che sono tutte cose naturali, quindi niente antibiotici o altro. Una prostatite di questo tipo può causare i problemi erettili che lamento attualmente (nessun problema con l'erezione da sdraiato, perdita di erezione improvvisa quando mi alzo in piedi?)

2. Come mai a vostro parere è così difficile farsi fare (a pagamento ovviamente) un eco color doppler penieno dinamico?

Perdonate lo sfogo... ma ho speso tutti i miei risparmi in visite specialistiche questo mese e ciò che so al momento è che:
a. Il mio problema di erezione rimane
b. Ho una prostatite da curare con integratori naturali per via rettale
c. Nessuno vuole farmi un eco color doppler penieno dinamico (che mi tranquillizzerebbe molto visto che ho il timore di avere una problema di tipo circolatorio).

Mille grazie
[#6]
dopo
Utente
Utente
Ribuongiorno,

Questo messaggio non è per una richiesta di consulto ma per lasciare un messaggio che secondo me è significativo e importante ai lettori.
Troppo spesso infatti i consulti finiscono senza il racconto del finale da parte di chi ha aperto la richiesta.

Premessa: sto curando la prostatite con supposte Topster e integratori naturali da circa 3 giorni, ma penso che la prostatite (che nel mio caso provoca solo una fastidiosa necessità di urinare di notte) non abbia contribuito sensibilmente al mio deficit erettile.

Il problema erettile è decisamente migliorato, e posso dire di essere finalmente tornato nel pieno delle mie energie -nonostante probabilmente se dovessi avere un rapporto sessuale con una ragazza adesso, l'ansia mi darebbe non pochi problemi con l'erezione-.

Se fino ad un mese fa non riuscivo assolutamente ad avere erezioni e mi masturbavo a pene flaccido, ora gradualmente ho riacquisito sicurezza e riesco a tenere l'erezione senza problemi.
Le erezioni mattutine sono valide e durano per diversi minuti dopo essermi alzato. Riesco finalmente ad ottenere un'erezione valida senza la stimolazione manuale e mantenerla per diversi minuti (in particolare da sdraiato e da seduto), senza dovermi stimolare manualmente.
Ho ancora qualche problema con la masturbazione, se quando non mi masturbo sono rilassato e l'erezione rimane, la masturbazione mi provoca ancora ansia e la faccio durare pochi minuti per paura di perdere l'erezione, ma è una cosa con la quale sto lavorando con un buon sessuologo.

Quindi cari lettori, se avete problemi di erezione andate dritti filati da un buon urologo/andrologo e seguite i suoi consigli. Tenete però presente che il vostro deficit non dev'essere imputabile per forza a un problema organico (es: quell'incubo di fuga venosa), potreste avere solamente problemi psicologici. La psiche può giocare brutti scherzi, e può addirittura inibire l'erezione così tanto, da renderla impossibile anche durante la masturbazione.

Buona giornata a tutti!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio