x

x

Eiaculazione precoce + disfunzione erettile

Quanti tipi di preservativi esistono? 👉Scegli il più adatto a te!

Gentili Dottori e Professori,
mi rivolgo a Voi alla ricerca di una soluzione per la mia disperata situazione.

Ho 36 anni e immediatamente dopo la mia attività sessuale iniziata a 14 anni ho sofferto da sempre di e.
p. (dopo poche spinte veloci già concludo).

Ciò non ha impedito di trovare una compagna e moglie comprensiva al mio fianco con la quale abbiamo raggiunto un'intesa che soddisfacesse entrambi, ma ho sempre vissuto con frustrazione questa mia situazione.

Nel corso degli anni ho fatto anche delle visite da diversi andrologi o urologi i quali non mi hanno mai abbastanza convinto (chi mi ha proposto la circoncisione, chi delle creme o spray anestetizzanti - che anestetizzano anche la mia lei -, chi la dapoxetina, etc...).

La problematica si è aggravata negli ultimi periodi.
Infatti, ad eccezione di alcune volte, si manifestano problemi di d.
e... Ho letto in letteratura che le due problematiche sono strettamente connesse.
Ciò è chiaramente dovuto alla poca stimolazione del pene durante l'atto sessuale tra me e mia moglie.

Ultimamente ho assunto anche dei prodotti poco "ortodossi" come il Super Kamagra, ovvero un pillola composta da molecole di sildenafil e dapoxetina generici, ma se la prima fa il suo, non posso dire lo stesso per la dapoxetina.

Al fine di evitare farmaci stavo considerando la cd.
fitoterapia, ma dubito che porti a dei risultati positivi.
Ho sentito di andrologi che consigliano integratori quali BlueBull (tribulus terrestris, muira puama, l’arginina e zinco) oppure Retarvir (passiflora, graffonia e passiflora) e Erevir (Arginina e Carnitina), cosa ne pensate?

Quale potrebbe essere secondo voi la cura?

Alla mia età dovrei già assumere sildenafil o tadalafil (magari a lento rilascio) per tutta la vita?
E relativamente all'eiaculazione precoce?


Ringrazio in anticipo per i Vs.
consulti.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 15.2k 451 2
caro lettore

una eiaculazione mal controllabile, precoce, potrebbe essere il segno di una disfunzione erettile che impedisce al pene di conseguire una ottimale rigidità e di mantenerla nel tempo.
trattare una eiaculazione precoce sena analizzare la funzione erettile del paziente non è molto corretto
certe volete si devono utilizzare modalità terapeutche rilevanti, viagra, autoiniezioni, chirurgia ma tutto sotto il controllo dello specialista che possa valutare la soluzione migliore (esistono centinaia di prodotti (che non sono farmaci!!!!) per alleviare questo frequente problema si faccia dìvedere da una andrologondi fiducia
cordiali aluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Pozza, la ringrazio per la celere risposta.
Il problema eiaculatorio è sempre stato il problema principale che ora si è acuito con i problemi di d.e..
Ho già provato con sildenafil che, pur se garantendo l'erezione, lo stesso non fa con l'e.p.
Secondo lei una cura a base di integratori di almeno 3 mesi possa fare al mio caso prima di intervenire in modo più invasivo con farmaci, iniezioni o chirurgia?

La disfunzione erettile è la difficoltà a mantenere l'erezione. Definita anche impotenza, è dovuta a varie cause. Come fare la diagnosi? Quali sono le cure possibili?

Leggi tutto