Utente 455XXX
Buongiorno,
Una settimana fa mio zio ha avuto un infarto causato da un arteria bloccata, fortunatamente si è intervenuto in tempo e i medici hanno informato che i danni al cuore sono minimi. Mio zio ha 63 anni ed è da 20 anni che soffre di diabete mellito, inoltre è da quando è stato diagnosticato di diabete che ha uno stile di vita a mio parere esemplare, non fuma, non beve alcolici, riesce a controllare le porzioni di cibo e fa tanta attività fisica( bicicletta in montagna e lunghe camminate), è alto 170cm e pesa 70kg. Sperando che le informazioni date siano sufficienti, volevo gentilmente chiedere, se con un adeguata dieta e facendo regolare assunzione delle medicine, quale sia all'incirca la probabilità che l'evento si ripeti. E in generale, l'infarto può anche essere un evento isolato o solitamente si ripete. Grazie per l'attenzione.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Il diabete mellito e' una patologia che crea problemi importanti al sistema cardiovascolare e i danni che ha determinato sono di tipo irreversibile, cosi' come la patologia e' cronica. Lo stile di vita e' importante per evitare che la malattia progredisca rapidamente, ma le possibilita' che l'evento ischemico cardiaco possa ripetersi sono piu' elevate rispetto ai soggetti che non sono diabetici. E' anche importante seguire il problema coronarico adeguatamente soprattutto se il trattamento e' stato fatto con l'impianto di stent.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 455XXX

Grazie per la risposta.
Avrei un'ulteriore domanda. Tra le medicine che sta prendendo c'è anche l'acido acetilsalicilico, vorrei gentilmente sapere se quest'ultimo è un anticoagulante e se tale va evitato il consumo si verdure a foglia verde.
Grazie nuovamente.
Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Daniele Merlo

24% attività
8% attualità
0% socialità
RIBERA (AG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2018
Buongiorno, è un antiaggregante piastrinico e la sua azione non è influenzata dall'alimentazione.
Cordialmente
Dr. Daniele Merlo
https://www.studiomedicomerlo.com

[#4] dopo  
Utente 455XXX

Grazie per la risposta. Saluti.