Utente 554XXX
Salve dottori, sono un ragazzo di 23 anni, circa 1 mese fa avvertivo dei smaltiti dei battiti e facendo una visita mi è stato detto che si trattava di extrasistole sopraventricolare e il medico pensava che era dovuto a un reflusso gastrofageo e mi ha prescritto una cura con mezza sequacor da 1.25 al giorno e una riopan prima di pranzo e cena.. Con il passare dei giorni e delle settimana questi sintomi sono peggiorati e sono arrivato ad avere queste extrasistole più forti e insistentemente con periodi di bigeminia in cui avvengono un battito e una extrasistole e questo dura dai 15 ai 40 secondi.. Ho contatto un altro dottore e ho fatto un altra visita e mi è stato detto di avere un prolasso della mitrale con extrasistole bigemine e una valvola che non si chiude bene.. Ho fatto l Holter e in 24 h ci sono state 4485 extrasistole con lunghi periodi di bigeminità e mi è stato detto di prendere il sequacor 2.5 ed è da 2 giorni che ho iniziato la cura.. Noto che a riposo le extrasistole scompaiono o comunque sono poche e del tutto innocue mentre quando sono in movimento ne percepisco di più e di continuo.. Oggi facendo 20 minuti di corsa ho notato che le extrasistole fossero presenti e dopo essermi fermato avevo lunghi periodi di bigeminismo.. Inoltre accuso dolore nella parte sinistra del petto dove ci sono le costole.. Vorrei un aiuto e un consiglio riguardo tutto ciò, sono molto preoccupato per questo, soprattutto dopo avere letto il caso Astori che dopo un mese é stato scoperto che la causa della sua morte sia stata proprio l extrasistole sopraventricolare.. Attendo risposte, grazie in anticipo per il vostro tempo dedicato a leggere la mia situazione

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Premesso che il termine prolasso mitralico e' spesso abusato (non posso vedere le immagini ecografiche), la presenza di aritmie ventricolari non deve destare preoccupazioni.
La terapia con bisoprololo e' indicata, anche se vi sono altri beta bloccanti eventualmente da provare (propanololo, pindololo, nadololo...).
Do per scontato che abbia eseguito anche il dosaggio degli ormoni tiroidei.
Stia lontano da broncodilatatori, caffeina, coca cola, energy drinks e ovviamente ..nicotina.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 554XXX

Buon giorno dottore e grazie per avermi ascoltato.. Ho effettuato le analisi del sangue e non c erano problemi alla tiroide, sono anche un ragazzo che non fuma e che non fa abuso di alcool.. Lei pensa che la cura con il sequacor 2.5 sia quella giusta? E soprattutto pensa che dopo qualche settimana di cura tornerò a stare bene senza più extrasistole o dovrò prendere il farmaco a vita?.. Inoltre le volevo chiedere anche se potrei fare attività fisica e sportiva ( sono un ragazzo a cui piace il calcio e ogni tanto organizziamo partitelle tra amici, niente di serio o di livelli agonistici) Grazie in anticipo della risposta che mi darà

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
NOn so se lei abbia un vero prolasso mitralico o meno, quindi la domanda sull'attivita' sportiva dve porla a chi le ha effettuato l'esame che io non posso vedere.
Per cio che concerne la terapia le ho indicato anche alternative a quella molecola.
Puo' darsi che con il tempo si riducano le extrasistoli e che lei possa abbandonare il farmaco (che nel suo caso non e' salvavita - ma solo per togliere il fastidio delle palpitazioni)

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 554XXX

Vabene vedrò come agirà il farmaco sequacor 2.5 nei prossimi giorni e se il numero delle extrasistole diminuirà.. Al momento abbandono l attività fisica e sportiva sperando di potere ricominciare presto.. Grazie e buona giornata