Fibrillazione atriale - terapia anticoagulante/antiaggregante

Salve,
la scorsa settimana sono stato ricoverato con dagnosi di " CARDIOPATIA VALVOLARE MITRALICA MIXOMATOSA-PROLASSO VALVOLARE CON INSUFFICIENZA DI GRADO LIEVE-MEDIO - FIBRILLAZIONE ATRIALE PERSISTENTE INTERROTTA CON CVE EFFICACE - IPERTENSIONE ARTERIOSA SISTEMICA" e con la specifica che " IN RELAZIONE AL BASSO RISCHIO TROMBOEMBOLICO CON CHADSVAS =1 NON E' STATA AL MOMENTO IMPOSTATA TERAPIA CON ANTICOAGULANTI ORALI- Terapia :Flecainide 100mg 2 volte al dì-Rampril 5mg 1cpr al mattino -Furosemide 25 mg 1cpr al mattino
Il mio cardiologo di fiducia, ricercatore universitario, non è invece d'accordo con i colleghi cardiologi dell'ospedale dove mi hanno ricoverato (mi ero recato in pronto soccorso per controllo causa un senso di affaticamento e li hanno disposto il ricovero in quanto avevo una forte fibrillazione, che io tra l'altro non avvertivo) e sostiene fermamente che io debba iniziare la terapia con anticoagulanti orali o, al limite, considerata la non facile gestione del sintrom ( per motivi gestionali non posso utilizzare i nuovi anticoagulanti) con antiaggreganti (Duoplavin 1 cp) sottolineandomi che però non è cosi efficace come la terapia anticoagulante. Sua terapia mantenere il Ramipril e Duoplavin.
Cosa ne pensate?
Ho 51 anni, uomo.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Un paziente come lei a mio avviso fa sottoposto a terapia anticoagulante orale magari con Coumadin (ha un'emivita piu' lunga del Sintrom), specie se all'eco fosse stato evidenziato un aumento del volume dell'atrio sinistro.
La terapia con LAsix senza un antialdosteronico non e' corretta.
Il Duoplavin , benche sia un ottimo antiaggreganete piastrinico non la protegge da tromboembolie le quali sono le complicanze piu' temibili della f.a.

Controlli periodicamente l'ecocolordoppler cardiaco per valutare la eventuale progressione della insufficienza mitralica: il fatto che siano stati riscontrati lembi mixomatosi e' probabile che portera' prima o poi all'intervento di correzione chirurgica del vizio valvolare di cui e' portatore.

Arrivederci

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio...mi pare di capire quindi che fare la terapia antiaggregante non ha senso..ma allora chi non può pratcare l'anticolagulante è davvero in difficolta!???
Passare eventualmente in un secondo momento, dopo un certo periodo, dall'aggregante all'anticoagulante, puo essere dannoso?
Grazie ancora, e complimenti per la sua professionalità.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
No non e' dannoso e' solo sciocco perche' si espone alle embolie.
Lei puo' perfettamente passare all'anticoagulante orale...e' suo diritto.

Ne parli con i suoi cardiologi

arrivederci

cecchini
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore mi perdoni se torno sull'argomento, ma queste terapie, soprattutto l'anticoagulante, non vanno prescritte esclusivamente in caso di Fibrillazione persistente ?(considerati anche il rischio emorragico) Nel senso, da quando sono stato dimesso dall'ospedale, non ho più avuto episodi di Fibrillazione quindi mi appare un'esagerazione prescrivere queste terapie su un paziente che non manifesti una marcata sintomatologia, o che abbia episodi sporadici e di lieve intensità.
La ringrazio in anticipo per lil tempo che vorrà dedicarmi e la saluto cordialmente.
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
faccia come crede.
Se le pare una esagerazione perché' chiede consiglio?

Buona serata

cecchini
[#6]
dopo
Utente
Utente
Si chiede consiglio proprio perchè ci si trova di fronte a differenti valutazioni.
Buona serata
[#7]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Le ripeto ciò che le homdetto.
Le dovrebbe assumere una anticoagulante orale per la terapia antiaggregante non la protegge dagli ictus e dalle embolie e
Sistemiche.
Cordialmente

Cecchini
[#8]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio...l'anticoagulante spaventa un po per il potenziale effetto emorragico e per il costo eccessivo di quelli nuovi in quanto mi risulta che non facilmente si possano ottenere in maniera gratuita...non so ...forse che con la mia diagnosi riesco a poter accedere ad un piano terapeutico che preveda l'esenzione al pagamento?
[#9]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
In realtà lei non avrebbe diritto L
Piano terapeutico dal
Momento che la sua è una f.a. Su base valvolare .
Il coumadin è gratuito . Il
Rischio emorragico c è anche con gli
Antiggreganti che non hanno antidoto e durano una settimana in circolo. Mentre il coumadin viene per così dire "bloccato " se necessario dalla vit K

Cordialità
[#10]
dopo
Utente
Utente
Grazie,
cordiali saluti.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test