Utente
Gent.mo Dott.

mia mamma 70 anni normopeso, con colesterolo a 380 e potassio a 6 (gli altri valori nella norma), soffre di pressione alta 190/90. Prendeva compressa Naprilene, ma visti sempre valori pressori altissimi, il cardiologo l ha sostituita con Giant 40 mg + 5 mg e ha aggiunto Lasix. Nonostante ciò, valori pressori immutati.

All elettrocardiogramma si è evidenziato un blocco totale della branca dx. Ha effettuato ecocardiogramma, con diagnosi di cardiopatia ipertensiva. Ecocolordoppler al collo dove si sono riscontrate tante piccole placche, la più grande 10 mm che a detta dell ecografista non costituiscono pericolo per ictus e infarto, e inoltre piccoli noduli alla tiroide.

Vista la situazione, e la terapia in atto, perchè i valori pressori non abbassano? Che fare? Mi posso fidare del fatto che queste piccole placche non costituiscono pericolo? Grazie per l attenzione.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le chiedo di inviarmi i valori degli esami ematochimci dal moemnto che una potassemia cosi' elevata potrebbe essere dovuta ad una ridotta funzione emuntoria renale.
Nel qual caso la terapia con ACE inibitori o sartani sarebbe sicuramente controindicata.

Senaza parlare del lasix...

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Cecchini
intanto grazie di avermi risposto, siete bravissimi

gli esami ematochimici sono i seguenti:
glicemia 106
creatinina 1,04
colesterolo totale 450 esame ripetuto dopo una settimana 385,
trigliceridi 186
colesterolo hdl 78
colesterolo ldl 331
transaminasi got/ast 63
transaminasi gpt/alt 20
sodio 135
potassio 6,6 ripetuto dopo una settimana 6
uricemia 4,60

Esame urine
colore giallo paglierino
aspetto velato
ph 6
glucosio 0
proteine 5
emoglobina 0,06
corpi chetonici 0
bilirubina 0
nitriti assenti
peso specifico 1014

emazie presenti (5-10 microlt)
leucociti (10-20 microlt)

Resto in attesa di un Suo parere
Cordialmente

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
A parte i valori di colesterolemia che richiedono terapia con statine i valori di potassemia non mi convincono
Assume integratori? Erbe?
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Gent.mo Dott.

mia madre fino alla scorsa estate ha assunto polase senza prima controllare se ne avesse la necessità. Ci bombardano di pubblicità "che fa bene". Per il colesterolo assume da 2 settimane statine. Prima di fare gli esami e "spaventarsi" lo curava solo con l alimentazione. Alla luce di ciò, da cosa può dipendere questa ipertensione? Secondo Lei va bene la cura che sta seguendo? Il lasix può creare problemi (ne prende anche 2 al dì come consigliato dal cardiologo)? Scusi le tante domande ma è seriamente in ansia per questa situazione.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
come vede il polase fa male.
ha una potassemia elevata e quindi va interrotto alla faccia di che glielo ha prescritto.
Due lasix al giorno equivalgono ad un cappio attorno al collo
Ha una creqtinina normale, perche' capsiya glielo hanno prescritto.
Poi vede, mi lasci dire la verita', lei non mi pare abbia compreso che sua madre e' anziana.
il che non vuol dire che occorra tirare i remi in barca, significa solo che le terapie scondiderate possono fare peggio di cio' che madre natura ha deciso.

Cordialmente

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Il polase non glielo ha prescritto nessuno. Lo comprava di sua iniziativa. Purtroppo non faceva controlli da una vita. Quindi al di là del discorso della età, la situazione la vede compromessa? Cosa intende dicendo ciò che madre natura ha deciso?

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Intendo dire che nell'anziano occorre fare molta attenzione ai farmaci, perché' sono pazienti molto delicati e la loro risposta ai farmaci spesso e' peggiore di cio' che la natura attua di per se.
I pazienti riescono ad invecchiare se la funzione renale viene rispettata, e la somministrazione di diuretico puo' essere disastrosa dal momento anche che l'anziano perde pian piano la percezione della sete e quindi beve sempre meno.
Vanno incoraggiati a bere almeno 1,5 litri di acqua al di.
L'acqua equivale ad un farmaco

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Utente
Dott. Cecchini La ringrazio dei suoi preziosi consigli.