Utente
Buonasera,
gentilissimi Dott., da esami ematici ho riscontrato una ipercolesteremia cronica, nonostante tutti i miei sforzi alimentari e dinamici stazionaria sempre intorno ai seguenti valori:
ToT : 245;
Ldl : 145;
HDL : 48;
Trigliceridi : 180
il medico di famiglia dopo ripetuti controlli mi ha consigliato un integratore alimentare (Armolipidplus) a base di riso rosso fermentato che dopo l'utilizzo costante per circa 2 mesi ha ridotto il mio colesterolo sui seguenti valori:
ToT: 185;
Ldl: 120;
HDL: 48;
Trigliceridi : 120
Ormai assumo l'integratore da circa un anno e nelle stesse condizioni comportamentali (alimentazione sport), il colesterolo era tornato livemente a livelli bordelline tipo:

ToT: 215:
Ldl:135;
Trigliceridi: 130

Negli ultimi 40 giorni, su consiglio del mio farmacista di fiducia e con approvazione da parte del mio medico, ho sostituito l'integratore con uno nuovo (LIPID FRUCATN) sempre riso rosso fermentato, ma con una dose lievemente più alta di monacolina K, oggi i risultati sono i seguenti:

ToT: 168;
Ldl: 108;
Hdl:46

Io sono rimasta contentissima dinanzi a tali valori, ma nutro dei dubbi leggendo, alcuni VS interventi, sulla possibilità di effetti collaterali di tali integratori (su di me per fortuna non ancora presenti) da parte di tali integratori e per l'incognita della possibile cura dell'endotelio confronto la terapia con statine.
Vi prego di aiutarmi a capire, tutto ciò mi sconforta molto, cosa s'intende per cura dell'endotelio? Posso continuare con questi integrator, o devo sopendere di tanto in tanto?
Grazie mille per la comprensione.
Angela E.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
le statine, al contrario degli integratori hannomormai moltissimi studi clinici che ne ribadiscono la riduzione della mortalità e della morvilita per cardiopatia ischemica, studi che almeno al momento non sono presenti per gli integratori.
in altre parole é dimostrato che chi assume statine ha meno possibilità di MORIRE per infarto od ictus e che gli venga un infarto o ictus, mentre gli integratori , pur riducendo il colesterolo non hannonancora dimostrato tale efficacia

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Gent.mo Dott. Cecchini,
apprezzo moltissimo il suo intervento.
Penso che prima o poi passerò alle statine a basso dosaggio.
Nel SalutarLa chiedo la gentilezza di un ultimo consiglio...
fermo restando i studi effettuati, Lei crede che il riso rosso fermentato sia pericoloso?
Grazie

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non vedo perché arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso