Utente 459XXX
Buongiorno
sono una ragazza di 27 anni, l'anno scorso a dicembre ho avuto un episodio di tachicardia molto forte (170 battiti, pressione dissero era normale,non ricordo di preciso), forti giramenti di testa e sensazione di mancamento. Tutto questo è accaduto dopo aver assunto un farmaco che gia utilizzavo (buscofen act). Al pronto soccorso dopo avermi visitata mi hanno detto che "ho il cuore veloce di mio e sono quindi soggetta a sincope, che se mi ricapita non mi devo preoccupare perchè cmq non è grave." Mi hanno rimandata a casa con 4 gtt di en.
il giorno dopo sono andata dalla mia dottoressa (avevo prenotato l'appuntamento circa un mese prima perchè avevo notato che alcuni giorni avevo una sensazione strana riguardo ai battiti, come se ne mancasse qualcuno a volte), i battiti erano ancora elevati attorno ai 120, mi ha rimandata all ospedale (dopo aver assunto 10 gtt en) con l'impegnativa di un elettrocardiogramma, i cui risultati sono stati "tachicardia sinusale RR 517ms pq137ms qt332ms qtc 401 ms P: 137ms P: 65° qrs 80° T44°. la dottoressa mi ha quindi consigliato di fare un controllo presso un cardiologo che mi ha accettato l'appuntamento dopo circa una settimana. nel referto c'è scritto
esame obbiettivo cardiologico: toni cardiaci validi, ritmici, pause apparentemente libere. Non segni di stasi pomonare, non edemi declivi; polsi normosfigmici. PA 120/60 mm Hg in clinostatismo; 125/75 (omerale sinistra in posizione seduta); fc.:96 bmp.
ECGa riposo: ritmo sinusale, ffc 97 bmp; conduzione atrioventricolare ed intraventricolare nella norma; asse elettrico correttamente orientato; non alterazioni della fase di ripolarizazzione ventricolare.
mi disse a voce che il cuore era sano e che la sensazione di fitta al petto era dovuta all ansia. Anche la mia dottoressa confermò l'ipotesi.
Da quel giorno ho intrapreso un percorso psicologico che mi sta portando pochi risultati, ho fatto anche un controllo psichiatrico, mi hanno consigliato di assumere escitalopram per minimo 6 mesi come cura per l'ansia.. prima di iniziare la cura ho però ho richiesto altri esami alla dottoressa per accertare la causa non sia fisiologica: mi ha prescritto esami del sangue che mi arriveranno il 18 agosto e un ecg eseguito ieri, in cui e risultato "ritmo sinusale con aritmia sinusale ecg normale" RR 616ms P:128 ms p:42° PQ:128ms QRS: 90ms QRS 81° QT:334 ms T: T:51° QTc: 388ms.
ricevuto il referto sono andata dalla mia dottoressa ma è in vacanza fino al mese prossimo, la sostituta mi ha detto che non devo preoccuparmi che è dovuta alla giovane età.
Essendo stata molto sbrigativa nella risposta ho cercato su internet, il che dice che è tipico di bambini e adolescenti e nell età adulta scompare. è innoqua come aritmia ma se associata a palpitazioni, tachicardia e battiti saltati ( cose che io ultimamente provo abbastanza spesso) può nascondere un altra patologia.
Chiedo a voi consiglio su come dovrei comportarmi, non capisco perchè in 3 ecg abbia avuto tre resoconti diversi

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ha esami cardiologici normali.
Deve curare l'ansia.
tutto qui

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 459XXX

la ringrazio per la risposta, posso chiederle cosa ne pensa quindi riguardo quella sensazione di "battito mancato" che a volte mi accade? ho notato che succede spesso quando rido o sospiro, è possibile sia associata all aritmia sinusale?
è normale che nei precedenti ecg nessuno lo abbia notato?
cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente normale

La,saluto

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza