fase  
Utente 471XXX
Buongiorno, innanzitutto buon natale a tutti voi. Vi scrivo per chiedervi un parere su alcune mie sensazioni. Premetto che circa 6 mesi fa ho fatto un holter assolutamente negativo, soltanto 6 extrasistoli nelle 24h e null'altro. Inoltre circa 1 mese fa ho fatto ecocardio e ecg da sforzo anch'essi negativi. Il professore che mi ha visitato mi ha detto che ho un tracciato sotto sforzo perfetto.

Siccome sono un tipo molto ansioso, ogni tanto controllo i miei battiti per vedere come sono. Poco fa, facendo due rampe di scale, avevo il battito ovviamente accelerato. Quando mi sono fermato, e il cuore non era più sottoposto allo sforzo ma cercava di rientrare, ho notato che il battito era completamente aritmico. La distanza tra un battito e l'altro era completamente sfalsata, alcune volte la pausa era piuttosto lunga, altre piuttosto breve, magari seguivano 3-4 battiti con la stessa pausa e poi il 5 dopo una pausa più lunga ma il 6 istantaneo dopo il 5 e così via, ripetendosi per parecchi secondi. Dopo un po' si è stabilizzato. La mia domanda è

1. Considerato che era tutto asintomatico e se non avessi ascoltato non me ne sarei accorto, considerato che notavo il respiro piuttosto pesante nella fase di ascolto, quei battiti asincroni erano extrasistoli o magari erano dovuti alla respirazione piuttosto marcata che influenzava in maniera benigna i battiti? Una specie di aritmia respiratoria sotto sforzo.

2. Ho fatto quegli esami perché da mesi avverto ecg durante l'allenamento. Circa una 20ina in 1h30 di allenamento. In 12 minuti di ecg sotto sforzo in cui ho raggiunto il 95% della fc max non ne ho avuta neanche una, e neanche nel recupero. Considerato che a me le extrasistoli possono cominciare anche dopo 30 minuti di allenamento, non per forza subito, il fatto che il test sia durato solo 12 minuti è attendibile?

Grazie mille e per favore, vi chiedo la cortesia di rispondere distinguendo il punto 1 dal punto 2, per non fare confusione. Grazie e scusate ancora per il disturbo a Natale.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei non ha alcuna aritmia di rilievo, si tranquillizzi.
anche l holter è risutltato perfettamente normale

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Grazie mille Dottor Cecchini per la risposta. Tuttavia mi piacerebbe sapere se secondo lei cosa potrebbero essere queste pause. Oggi ho fatto delle "prove" e ho notato che quando faccio uno sforzo improvviso e breve (come salire le scale) il mio cuore si comporta come ho descritto, con questo rientro condito da pause inserite nei normali battiti accelerati che vanno scendendo. La pausa io la avverto lunga, ma sinceramente, in cardiologia, non saprei quando è considerata effettivamente lunga. Più o meno è come se sentissi i battiti accelerati e ogni i 3-4 battiti il 5 avviene dopo una pausa di circa 2 sec per poi tornare alla velocità di prima e si ripete il circolo. Quando invece lo sforzo è prolungato anche di soli 5 minuti è come se il cuore si abituasse allo sforzo e il rientro avviene più o meno normalmente. Al massimo qualche microvariazione tra un battito e l'altro. A tal proposito, nel primo caso, quello che mi interessa sapere è: questa pausa è dovuta a extrasistoli o è semplicemente un fisiologico comportamento del cuore, magari dovuto alla respirazione o
Al tono vagale o a cos'altro, ma che rientra tutto nella normalità? Perché se io sapessi che non sono extrasistoli mi tranquillizzerei, il fatto di averle mi rende nervoso, pur consapevole che le hanno praticamente tutti.

Infine, l'holter è andato bene ma l'ho fatto 6 mesi fa. È ancora attendibile, considerato che non ho neanche fatto attività fisico o sforzi durante la registrazione? Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Quello che lei ha notato non e' altro probabilmente ceh la pausa di compenso post extrasistolica.
Tutti i cuori hanno extrasistoli e fino a miglia nelle 24 ore sono considerate nella norma.

Ha eseguito un test da sforzo massimale che e' risultato negativo per aritmie e per ischemia.

Quindi smetta di preoccuparsi

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 471XXX

Ma C'è una spiegazione per il fatto che mi capita durante la fase di recupero di uno sforzo? Durante il test da sforzo, quasi come a beffarmi, il mio cuore batteva in maniera perfetta, sia durante che dopo lo sforzo. Sembrava quasi un orologio svizzero tanto era preciso. Paradossalmente forse avrei preferito che mi capitasse una di queste aritmie, almeno le avrei documentate. Quindi il fatto che quell'unico test sia negativo può scongiurare la pericolosità delle extrasistoli che avverto quando mi alleno, sia in maniera chiara che, a questo punto, anche quando è asintomatico come quelle che lei mi ha detto in base alla descrizione del mio consulto (asintomatico perché se io non ascoltassi il battito non le noterei)?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le eventuali aritmie che compaiono nel recupero da uno sforzo sono del tutto benigne.

La saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 471XXX

Gentilissimo Dottore,
La disturbo un'ultima volta per un ultimo dubbio. Ogni tanto mi capita, quando corro o faccio cyclette, che il battito non sia perfettamente sincronizzato e che ogni tot di battiti c'è una micropausa, non lunga come ho descritto quelle all'inizio, ma intervallo tra un battito e l'altro variabile, con variazioni piccolissime. Ho sempre pensato fosse normale, al massimo dovuto alla respirazione. Non è che anche queste sono extrasistoli? Perché se così fosse, nonostante il test negativo, sarebbero veramente tante. Considerato che ogni 5-6 battito uno Presenta questa variazione con micro ritardo, moltiplicato per 50-60 minuti sarebbero veramente un'infinità. Sono variazioni fisiologiche o extrasistoli?

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
possono essere sia aritmie respiatorie che banali extrasistoli, che tutti noi abbiamo.

Non vedo motivo di preoccupazioen datal le negativita' di tutti i suoi esami.

C0on questo la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 471XXX

È il fatto che avviene sotto sforzo a preoccuparmi, dato che si sa che eventuali extrasistoli sotto sforzo sono da indagare, se in numero molto elevato. Non mi riferivo a una condizione di riposo.

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Guardi che lei stesso ha riportato un test da sforzo NEGATIVO fino al 95% del massimo teorico.
Quindi NON ha aritmie da sforzo.
Se ne faccia una ragione

la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza