Utente 428XXX
Nel l’aprile 2014 ho avuto un infarto rivascolarizzato.
02 APRILE:Coronografia: malattia di tre vasi coronarici, cdx occlusa, stenosi critica di iva e cx. ptca e impianto di stent des previa tromboaspirazione su cdx, recente riscontro di ridotta tolleranza ai carbo-idrati (glicemia basale e HB glicata elevate). Fatta riabilitazione e tutti gli esami di routin
06 GIUGNO: Ricoverato per completamento della rivascolarizzazione a carico della coronaria destra , è stato confermato un buon risultato a distanza della pregressa angioplastica al tratto medio/prossimale - diffusa ma non critica con posizionamernto di stent diretto metallico su mo tratto medio
terapia:
1Pantoprazolo 20 – 2 Ramipril 5 - 1 Bisoprololo emifumarato 5 – 1 Omega polienoici G.1 – 1 Prasugrel 10 – 2 Atorvastatina 40
E dopo 1 anno: pantoprazolo 20 - 2 ramipril 2.5 - bisoprololo 2.5 - clopidogrel - atorvastatina

VALORI AL 10.07.2014 : TSH= 0.32 SU 0.27/4.20 T3 LIBERO= 2.92 SU 2.00/4.40 T4 LIBERO= 1.24 SU 0.93/1.70

HOLTER DEL 30.03.2015:
frequentatissime (oltre 18% dei battiti totali 13760) parasistolia ventricolare monomorfa: tre coppie ventricolari, sporadiche exrasistoli sopraventricolari isolate (87 battiti)

Dal 10.06.2015: aggiunta di cordarone 200 mg 1 cp al giorno ridotto a 5/7 dopo 1 anno
VALORI AL 09.01.2017 TSH= 0,37 FT3= 2.36 FT4= 1.31
VISITA ENDOCRINOLOGICA: DISTIROIDISMO DA AMIODARONE

HOLTER DEL 25.05.2017:
ritmo sinusale con fc media 54/min; sporadiche extrasistoli ventricolari isolate ( 0,01% 7 battiti totali) sporadiche extrasistoli sopraventricolari con una coppia ( 0.01% 6 battiti totali)

VALORI AL 09.01.2017 TSH= 0,37 FT3= 2.36 FT4= 1.31
VISITA ENDOCRINOLOGICA: DISTIROIDISMO DA AMIODARONE

VALORI AL 03.06.2017 TSH= 0.32 FT4 = 1.84 AB ANTI TIREOGLOBULINA E ABTPO NEGATIVI
VISITA ENDOCRINOLOGICA: IPERTIROIDISMO DA AMIODARONE E QUINDI TERAPIA CON TAPOZOLE 5 MG ½ AL DI’

VALORI AL 28.12.2017 TSH= 1.3 T4 LIBERO = 1.59
VISITA ENDOCRINOLOGICA: CONTINUA TAPAZOLE CON PROPOSTA DI SOSPENSIONE AMIODARONE E RIVALURAZIONE QUADRO HOLTER DOPO 2 MESI
Contattato il mio medico, mi propone di sospendere il tapazole e verificare quindi i valori del TSH e FT4$
In attesa dell' esame Holter e quindi visita cardiologoca Vi chiedo gentilmente: è meglio sospendere il tapazole, visto che i valori TSH e FT$ sono rientrati, o sospendere l'amiodarone, visto il risultato dell'ultimo Holter?
Ringrazio per la cortesia e mi scuso per la lungaggine della descrizione.
Buona serata,

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
proseguire con amiodarone in presenza di iperttiroidismo ê semplicmente folle
Anche perche talore twle patologia si svincola dalla assunzione di amiodarone, con conseguenze gravi.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Dott. La ringrazio infinitamente per la sollecita risposta alla mia consultazione...non ho ben inteso il seguente passaggio: Anche perche talore twle patologia si svincola dalla assunzione di amiodarone, con conseguenze gravi.
In attesa Le porgo la buonasera e La ringrazio ancora.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Che a volte L ipertiroidismo jatrogeno da amiodarone persiste anche dopo la sospensione del farmaco

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 428XXX

Dottore buona sera,
ieri ho fatto un ecocardiogramma come controllo
e di seguito scrivo il risultato:
V. Sint .td 51 mm v.n. < 56
V. Sn.ts 30
FE 63 % v.n. > 50
SIV td 9 mm v.n. < 11
SIV sist. 18
PP td. 8 mm v.n. < 10
PP sist. 14
Ao 37 mm v.n. < 37
A. Sin 42 mm v.n. < 40
PAP 63 mmHg v.n. < 35

CONCLUSIONI: Lieve rigurgito mitralico ed aortico; lieve dilatazione atriale Sn; setto interatriale ridondante e mobile,
Poiché il cardiologo che ha eseguito l'esame mi ha detto ,se ho ben capito, che c'è una ''perdita della aorta e valvola tricupidale''? , Le chiedo gentilmente il significato di quest'esame.
Ringrazio per le gentilezza e porgo tanti saluti

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
sono lievi difetti di chiusura di quelle sue valvole, senz alcun significato

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 428XXX

Dottore buon pomeriggio….
stamani ho fatto un test da sforzo cicloergometro come controllo e di seguito scrivo il risultato:

durata test: 10:56
Derivazioni con 100uV ST I,II,aVR,aVL,aVF,V1, V2,V3,V4,V5,V6
PVC’s 5
Valori massimi
carico: 125
mets: 6.3
FC: 121 BPM % Max FC: 81%
SIS: 150mm Hg
DIA: 80mm Hg
D.P.: 13350 BPM* mmHg
Indice ST/FC 2.71 uV/bpm in V3 alle 11:00
Max ST
Soprasliv ST: 150 uV in II alle 01:40
Sottosliv ST: -170 Uv in V3 alle 10:50
MAX VARIAZIONE ST
Variazione Soprasliv. ST: 130 uV in aVL alle 10:20
Variazione Sottosliv. ST -230 uV in V3 alle 10:50

Sintomi: nessuno, solo affaticamento
Causa fine esame: interrotto per esaurimento muscolare…..fx submax….sottost




Conclusioni: test da sforzo condotto in terapia betabloccante fino ad esaurimento muscolare, sub massimale (81%), con evidenza di sotto livellamento di st nelle anteriori.
Le chiedo gentilmente il significato di quest'esame.
Ringrazio per le gentilezza e porgo tanti saluti

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il test e' submassimale perche eseguito sotto beta bloccanti.
Da cio' che lei riporta (e ceh io non posso ovviamente giudicare ne' valutare...) lei avrebbe una zona di ischemia da sforzo in sede anteriore, cioe' quella irrorata dalla discendente anteriore (una di quelle sottoposte a PTCA e stenting).
Forse una scintigrafia miocardica da sforzo in lei sarebbe opportuna per valutare l'estensione di tale area ischemica (e confermare anche la presenza di ischemia) onde valutare il da farsi.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 428XXX

Dottore buon pomeriggio e grazie in anticipo per la Sua attenzione.
Scrivo qui i risultati dell'Holter 24 ore recentemente svolto come controllo :.
Riepilogo.

Ora inizio: 8.00.00
Ore analizzate: 23.43.37
Artefatti: 1.54.52
Battiti Totali: 78676
Battiti Sconosciuti: 0
Altri Battiti: 0
Percent AFIB: 0

Eventi Frequenza Dipendenti:
Frequenza.
Min. 45 BPM alle 20.18.00-1
Max. 91 BPM alle 05.34.00-2
Media: 59 BPM
salve Bradicardia: 376
Più lunga: 451 batt. alle 20.24.52-1
Freq. Minima: 41 BPM alle 17.03.20-1
Pause: 0
Più lunga: 0,0

Eventi Ventricolari
Battiti Totali: 7391
% battiti: 9,39
Forme: 46
Salve AIVR/IRV: 0
Più lunga: 0 batt. alle
Freq. Min 0 BPM
Salve Tachi V: 0
Più lunga: 0 batt. alle
Freq. Max 0 BPM
VE/minuto max 15 batt. alle 19.52.00-1
VE/ora max: 573 beatt. alle 22.00.00-1
VE/ora medio: 321.3
VE/1000: 93,9
Coppie: 0
Triplette:0
Salve bigemina: 1

Eventi Sopraventricolari
Battiti totali 7
%- battiti 0.01 coppie 0
Salve Tachi SV 0
Più lunga 0
Freq, Max 0
SVE/minuto max 1 batt, alle 12.37.00-1
SVE/ora max 2 beatt 16.00.00-1
SVE/ora medio 0.3
SVE/1000 0.1

Impressioni e note:
Ritmo sinusale con frequenza media 59/min; numerosissime extrasistoli ventricolari monofocali, spesso in trigeminismo,sporadiche extrasistoli sopraventricolari.
Le chiedo gentilmente il significato di quest'esame.
Ringrazio per le gentilezza e porgo tanti saluti
-----
Terapia in atto: Ramipril 2.5 x 2 dì; bisoprololo 2.5; tapazole: clopidogrel; atorvasatina 20; pantaprazolo.

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Significa che lei ha molte extra ventricolari. E a dae retta al referto di ben 46 tipi diversi, cosa che non credo.
Penso sarebbe L ora che chi referta gli holter impari a refertarli

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza