Utente 481XXX
Buongiorno,
chiedo gentilmente un consulto per il seguente problema.
Premesso che mi è stata diagnosticata un'apnea notturna di intensità medio grave e che da tempo soffro spesso di dolori al petto al momento del risveglio, probabilmente dati da questa patologia. Una decina di giorni fa ho avuto i sintomi di svenimento/calo di pressione in seguito ad attività fisica (pratico sport in modo irregolare ma non sono nuovo del settore), da cui mi sono ripreso.
Da quel momento i dolori si sono moltiplicati aggiungendo anche un senso di bruciore e di pressione (come se mi puntamento un dito). Ho avuto un altro sbalzo di pressione, durato una ventina di minut in un momento di quiete e non è rara la sensazione di gambe "molli" dopo essermi seduto a tavola o dopo aver salito le scale. Elettrocardiogramma ed esami del sangue a posto, ma mi sto preoccupando per la possibilità di un panorama più ampio che comprenda anche i tumori, l'avere 26 anni non mi esenta.
Grato per qualsiasi aiuto. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non ho capito che c entrino i tumori con i suoi sintomi.
gli episodi pre liptotimici che lei segnala non destanto alcuna preoccupazione,.
lei li riferisce a cali pressori ma in realta non riporta un valore preciso.
mi pare che lei abbia una notevole quota ansiosa

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 481XXX

Nemmeno io ho capito cosa c'entrino i tumori ma non essendo del mestiere mi sono limitato a lanciare un'ipotesi e rimettermi al Vs parere.
I cali pressori non sono documentati in quanto non mi è stata fatta alcuna analisi in merito e scommetto che se mi venisse misurata la pressione in un momento di calma sarebbe come sempre (80-120).
Ci tengo a dire che non sono un ipocondriaco e non prendo medicine se non proprio necessarie, ma sullo stato d'ansia ha ragione; quando non si riescono a fare le cose minime come salire le scale senza andare in affanno o dormire a causa del dolore un poco di preoccupazione sale, credo.
Cordialità

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Per sancier che siano "variazioni pressorie" basta misurarsi la pressione durante gli episodi, non occorrono particolari esami complessi.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza