Utente 485XXX
Salve, ho 21 anni. Ho sempre saputo di essere anemica, per questo dopo analisi il dottore mi ha dato compresse per ferro. Fin da più piccola mi capitava sporadicamente di avere un leggero fastidio nella parte sinistra del petto, come Delle piccole fitte, ma raramente e considerando la mia età non le ho mai attenzionate.In estate ho avuto un periodo di forte stress e ho notato un aumento Delle fitte e fastidio al petto quindi ho pensato fossero dovute all'ansia o peggiorate con essa. Non sono andata dal medico e sentendomi spesso (anche in un periodo successivo più tranquillo) stanca e spossata ho deciso deliberatamente di prendere il ferro. Non sono a conoscenza del mio tipo di anemia, ma ho sempre avuto carenza di ferro, quindi ho pensato di poterle prendere. L'ultimo periodo è stato sempre stressante solo che ai capogiri (solo alzandomi da seduta) o alla tachicardia (solo dopo sforzi) si è aggiunto un dolore al braccio sinistro, indefinito, caratterizzato da formicolio e ipersensibilità della pelle, dolore (meno spesso) alla parte sinistra della testa, alle scapole e alla parte sinistra della schiena. La tachicardia è immotivata, ho palpitazioni soprattutto da sdraiata e mi dà molto fastidio anche solo accarezzare la parte centrale e sinistra del petto, supersensibili. Riguardando solo la parte sinistra ho pensato al cuore, ma anche alla circolazione o al sangue e anemia. Ho spesso ematomi dovuti a urti minimi. Noto che il soffermarmi sui vari dolori col pensiero mi porta a sentire tutto di più però so che si tratta di una condizione effettiva e non solo psicologica, perché mi colpisce anche in tranquillità.Negli ultimi giorni il fastidio si presenta di più dopo mangiato , si irradia fino alla gola (indolenzita) mi capita di avvertire il sapore di sangue in bocca o amaro. La mia condizione di fuorisede non mi permette di recarmi da un medico di base nella mia nuova città. Ho pensato a una visita cardiologica privata. L'anno scorso al PS dopo un attacco di panico dovuto ai dolori ho sostenuto ECG (normale) e analisi (carenza di ferro), mi è stato detto di non Preoccuparmi, ma la situazione mi sembra diversa da allora . Cosa pensa/ mi consiglia di fare? Probabilmente la mia anemia non riguarda la poca quantità di ferro e pur avendone poco adesso ho provocato un livello squilibrato per compensare il livello basso ( eccesso di ferro può portare amaro in bocca) . Non so se è da collegare ad anemia e quindi se fare vis. Ematologica. Aspetto il suo parere prima di vis. Special. Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non ho idea dei suoi valori di emoglobina o di ematocrito.
Ma l anemia comporta tachicardia, è fisiologico.
Gli altri sintomi che lei riporta non hanno niente a che vedere con il suo giovanissimo cuore

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 485XXX

Grazie. Secondo lei quindi non necessito di una visita cardiologica ma mi basta un emocromo? (L'ultimo fatto è di un anno fa)

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
ma certo.
Ma queste cose le dovrebbe dire il suo medico

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 485XXX

Un'ultima cosa, la prego. Posso pensare che i dolori toracici e le palpitazioni siano la norma nella mia condizione o prendere Delle medicine?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
se l anemia fosse significativa bastera correggere quella. banalmente

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza