Utente 223XXX
Gent.mi dottori,vi chiedo un confronto sulla prescrizione ed interazione tra farmaci dati a mio padre ultraottantenne.Da circa due anni a seguito di una visita urologica in cui gli è stata diagnosticata una ipertrofia trilobare della prostata,area ipoecogena periferica gli son stati prescritti Xatral ed Avodart.Per problemi pressori assumeva anche Triatec che a seguito di un collasso in piena estate ha abbandonato.Da qualche tempo ha iniziato a soffrire di aritmie e si è sottoposto a visita cardiologica a seguito della quale gli è stata diagnosticata aritmia extrasistolica sopraventricolare e prescritto Congescor 1,25 mg.Pur assumendo Xatral ed Avodart sente comunque sempre più spesso la necessità di urinare.Mi chiedo quindi se è il caso che continui con questi due medicinali e se soprattutto possa assumerli assieme a questo nuovo medicinale il Congescor 1,25 mg.Il dubbio mi è venuto in quanto mi chiedevo se le sue aritmie potrebbero dipendere da qualche controindicazione dei due farmaci per la cura prostatica.Che senso avrebbe assumere un medicinale come il Congescor che dovrebbe contrastarle se sono provocate da farmaci che comunque assume?

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
i farmaci che suo padre assume non sono da ritenere causa delle aritmie di suo padre. Di perplessa prostatica si soffre sempre di più in età senile, pertanto questi farmaci vengono ampiamente utilizzate in età geriatrica.
Ilf atto che urini sempre più spesso può essere legato a molteplici fattori e non ci si può esprimere in assenza di un adeguato esame obiettivo locale.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 223XXX

Gent.le dottore grazie per la sua celere risposta.La mia preoccupazione riguarda soprattutto il Congescor associato a Xatral ed Avodart...Possono interagire tra loro?Quindi le aritmie diagnosticate a mio padre non potrebbero dipendere da controindicazioni dei medicinali che già assumeva?