ansia  
Utente 443XXX
Salve, sono un ragazzo di 18 anni e da poco sto avendo problemi con il mio cuore.
2 anni fa, avevo sentito una notizia al telegiornale dove davano il triste annuncio di un uomo deceduto di morte improvvisa e da lì in poi ebbi questa strana sensazione di poter morire da un momento all’altro per questo motivo.
Iniziai così a sentire dei dolori al petto, di lieve entità, ma che mi fecero andare immediatamente all’ospedale con il resoconto seguente: Pericardite.
Mi diedero le cure e stetti quasi 3 settimane chiuso in casa..
Quando ritornai a scuola, la situazione non migliorò poiché continuavo a monitorare sempre il cuore e così ebbi altri attacchi di panico, difatti pensai che i medici che mi visitarono non so se avevano dato il resoconto corretto.
Feci una cura con lo psichiatra, mi diede lo zoloft e dà lì in poi tutto si calmò.
Ho smesso di prenderlo da 8 mesi e devo dire che anche senza il farmaco son stato molto bene.
Ma circa 2 mesi fa, ho avuto una forte alle infiammazzioni alle pareti della gola che mi portò addirittura all’ospedale per la forte febbre arrivata a 40.5
Lì mi fecero l’ECG, la radiografia al torace e la tack al cervello che diedero tutti responsi negativi.
Mi diedero 11 giorni di riposo forzato.
Gli ultimi 4 giorni iniziai a sentire qualcosa al petto, la mancanza di respiro ma ero anche molto “depresso” non potendo uscire niente.
Pochi giorni più tardi la notizia di uno sportivo morto per morte improvvisa.
Da lì, fino ad oggi, non ho avuto attacchi di panico o attacchi d’ansia come 2 anni fa , ma forti tacchicardie, extrasistole varie, palpitazioni, alle volte oppressioni al petto di forte intensità che durano 10/15 secondi, qualche formicolio sia alla schiena che al braccio sinistro e la sensazione del sangue ostruito nelle arterie in tutto il corpo e anche al cuore alle volte o così mi sembra(come se “bollisca”).
Anche quando sembro tranquillo (come quando sto parlando con gli amici), sento alcuni di questi sintomi sopraelencati...
Dovrei fare qualche visita?
Come si evince, son un tipo molto ansioso e ipocondriaco, ma stavolta i sintomi sembrano davvero reali poiché si presentano anche quando son apparentemente distratto.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non mimpare che lei abbia ass9utamente. isogno di un cardiologo
Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza