Utente 489XXX
Buongiorno, è la prima volta che utilizzo questo sito per un consulto ma vedo che è molto utilizzato data la quantità di risposte ricevute dagli utenti. Espongo il mio dubbio: circa una settimana fa durante una partita di calcio ho urlato a squarciagola e talmente era forte il grido che quasi non la voce non si è sentita più, premetto che sono un tipo fumantino e tendo certe volte a incavolarmi per cose inutili, ma ad ogni modo sono una persona sportiva senza vizi quali fumo o alcool e fin ad ora in perfetta salute. Da quell'episodio ho cominciato ad avvertire una strana sensazione al petto ma non saprei definirla onestamete. Dato che in famiglia mio nonno è già stato soggetto a problemi cardiaci ed essendo laureato in scienze motorie conosco i sintomi ma ovviamente non sono un medico. Quello che mi chiedo è: questo urlo così forte classificato come attacco di ira diciamo può aver provocato qualche danno? Da quel giorno ho notato un pò più di stanchezza del solito, è normale? Ogni tanto sento fastidio al petto ma non centralmente bensì nella parte sinistra all'altezza delle coste, e lieve fastdio al braccio come se mi duole a intermittenza. Devo preoccuparmi o è solo una mia fissazione momentanea e ingiustificata?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
penso che sia opportuno che esegua un ECG
ne parli con il suo medico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza