Utente 490XXX
Buonasera, sono uno studente del quinto anno del politecnico di Torino, aspirante cardiologo e appassionato di elettrocardiografia. Se scrivo su questo sito è per avere un parere, il mio professore non mi da una risposta precisa ed i libri non specificano la domanda che sto per fare, anche il web non mi da notizie precise e/o attendibili, vengo al dunque :
Nei disturbi di conduzione di branca destra incompleti o completi e corretto affermare che la regione di interesse del rallentamento è l infundibolo destro? La domanda può essere banale ma posso assicurare che anche confrontando vari vettocardiogrammi non riesco a darmi una risposta precisa, si sa che c'è un rallentamento Della branca destra si, ma dove rallenta? Infundibolo? Fascio di his discendente? Grazie, spero davvero in un chiarimento. Paolo della roccia.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi faccia capire ...
lei ha 31anni ed è al quinto anno al Politecnico di Torino.
Cosa studia li?
e pero’ è una aspirante cardiologo?
In che senso scusi..
E mi faccia capire a cosa mira la domanda perche è 7na domanda oziosa, che non ha risposta.

Mi interessa il suo curriculum ....perche è molto simile a quello di un utente di diversi mesi fa, ovviamente conservato.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 490XXX

Mi scusi ma è così vergognoso frequentare il quinto anno di medicina a 31 anni? Forse è un po' in ritardo questo si ma le posso assicurare che c'è di peggio, conosco gente che ne ha 40 e studia ancora,la mia ispirazione nel fare il medico e iniziata un po' tardi ma non mi sembra una tragedia.
Il mio quesito è formulato per capire la provenienza dei disturbi di branca destra, infundibolo, branca di his discendente,nulla di più.
Ho chiesto informazioni anche al professore ma questo ultimo non mi ha dato informazioni specifiche e speravo di averle qui.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
No, si figuri, mi pareva che il,Politecnico di Torino, dal quale è uscito anche mio zio ingegnere, fosse solo di ingegneria e architettura.
Evidentmente c e anche medicina.....

Per cio che riguarda il suo quesito non ne capisco il significato, nel senso che il rallentamento della conduzione è a livello del fascio di Hiss e pertanto l impulso viene trasmesso da cellule non specializzate del ventricolo sinistro e per questo i vettori sono diversi ed i tempi di eccitazione sono piu lunghi anche se si parla di millisecondi

con questo la saluto.

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 490XXX

La ringrazio molto gentile dottore, mi permette un ultima osservazione? C'è una correlazione tra bbdx ed emiblocco anteriore sinistro? Nei vari ecg che ci ha assegnato il professore in una buona percentuale dei casi vi è un asse compreso tra - 40 e 0 associato a blocco di branca, e una casualità o c'è nesso? Grazie per il tempo dedicato.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Nessun nesso

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 490XXX

Grazie, magari un giorno verrò a salutarle e conoscerla da vicino, buonagiornata.