Utente 489XXX
Buonasera,
sono uno studente universitario di 19 anni.Da circa due settimane sto vivendo un periodo di grande ansia e stress, che mi sta generando una profonda inquietudine. Da stamattina però, rispetto agli scorsi giorni,con una frequenza maggiore, sto vivendo episodi di extrasistoli molto frequenti, con sensazione perenne di avvertire il mio battito cardiaco, quasi come se lo avvertissi in gola. Ogni episodio extrasistolico va chiaramente, essendo io un soggetto ipocondriaco o comunque facilmente impressionabile, ad alimentare attacchi di panico nel momento in cui l'episodio stesso si verifica. Mi sono rivolto a mio zio, chirurgo, il quale ha constatato una regolarità del mio battito cardiaco pari circa a 80/85 bpm. Non ho mai sofferto di problemi cardiaci e l'ultimo esame che feci a livello cardialogico mi fece notare come il mio cuore fosse in perfette condizioni . Inoltre ho sensazione di avvertire tosse continua, generata dalla sensazione di avere "il cuore in gola" . Vi scrivo per chiedere delucidazioni, nonostante mio zio mi abbia già rassicurato in merito a queste extrasistoli, e per chiedere se le extrasistoli, visto uno stato di salute che sembrerebbe buono, possano esser generate da questo stato di profonda ansia e stress accumulato in queste ultime due settimane , che mi porta anche ad attacchi di panico prolungati e profonda sensibilità ad ogni sintomo lieve del mio organismo. Inoltre conduco uno stile di vita sedentario, uscendo solo per andare in università ed il sabato per stare con i miei amici, e non pratico(almeno per il momento) attività fisica. Ho considerato l'idea di praticare sport, ma momentaneamente effettuerò prima magari un ECG al fine di tranquillizzarmi sullo stato di buona salute effettivo del mio cuore.
Ciò che mi genera preoccupazione è la frequenza di queste extrasistoli, che aumenta in coincidenza con la paura che possano presentarsi oppure in coincidenza con eventuali attacchi di panico dei quali ho sofferto in queste due settimane. Premetto inoltre di essere sempre stato un soggetto ansioso che ha sempre avuto queste sensazioni, ma in maniera certamente più lieve e non così accentuata, come sta accadendo in questo periodo di profonda ansia.
Inoltre mi recai a suo tempo, dal cardiologo,collega di mio zio, proprio in conseguenza di problemi ansiosi e di extrasistoli passati,ed egli non riscontrò assolutamente nessun problema e mi disse semplicemente che mi trovavo di fronte a problemi di tipo ansioso con somatizzazione anche a livello cardiaco, ma certamente benigna.
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Occorre che lei consulti un collega psichiatra per curare il suo panico.
Da solo non ne verra fuori e vivra male.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 489XXX

Buonasera dottore,
la ringrazio per la pronta risposta. Lei quindi mi suggerisce di curare la mia ansia ed il mio stato di panico, attribuendo ad esso i fastidi che sto avvertendo, se ho compreso bene.

[#3] dopo  
Utente 489XXX

Le segnalo inoltre un ennesimo episodio di extrasistole in posizione supina, a riposo, mentre riposavo a letto, tale da indurre una sensazione di mancamento al cuore con conseguente ripartenza del cuore con battiti forti e veloci. È stata una sensazione piuttosto brutta. Lei consiglia dunque di curare la mia ansia? E, perdoni l'ignoranza, può l'ansia generare una simile sensazione?
Grazie in anticipo

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
certamente si.
Quindi le ripeto cio che le ho consigliato

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 489XXX

Dottore buongiorno,
volevo ringraziarla per la risposta. Inoltre ieri mi sono recato al pronto soccorso per una crisi tachicardica. Mi hanno effettuato tutti gli esami cardiologici del caso, battito regolare ma con frequenza alta, ecografia del cuore e della tiroide perfettamente riuscita, ECG negativo che ha riscontrato una tachicardia sinusale di tipo ansioso, esami ormonali e vitaminici eccellenti, insomma sano come un pesce.Tornato a casa tutto era rientrato, ma stamattina mi sono svegliato di nuovo nel panico e con una frequenza molto alta. Le chiedo se il rimedio in questo caso possa essere recarmi da un collega psicologo, al fine di trattare questo panico generalizzato, perché la sensazione generata da questa tachicardia è estremamente fastidiosa.

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
È ciò che le sto dicendo da diversi post
La sua ansia deve essere curata da un Collega Psichiatra
Non può vivere così

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#7] dopo  
Utente 489XXX

La ringrazio dottore. Procederò come giusto che sia. Il mio battito ora al risveglio è pari a 109/110 bpm da disteso sul letto.

[#8] dopo  
Utente 489XXX

Dottore, le volevo chiedere inoltre se alla lunga il mio costante stato di tachicardia "lieve "(110/115 bpm) possa danneggiare o causare danni al cuore. Mi scusi il disturbo nuovamente

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente no

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente 489XXX

Dottore, buonasera, vorrei chiederle se è normale che, in seguito alla mia paura adesso subentrata di avere di nuovo una alta tachicardia, appena faccio due passi a piedi inizio a sudare intensamente alle mani e in fronte, mantenendo il mio battito sui 110/115 bpm come da ieri. Può essere ricondotto al mio stato ansioso, di questi giorni, in particolare in seguito all'episodio tachicardico di ieri . Lei dice che è ansia nuovamente? Constatando la negatività di tutti i miei esami fatti ieri.

[#11] dopo  
Utente 489XXX

Dottor Cecchini,
buonasera. Mi scuso per il disturbo, ma le volevo raccontare questo episodio. Da un paio di giorni avevo migliorato la mia situazione a livello di ansia, ma stasera mentre ero steso sul letto, ho avvertito una sensazione come se il cuore avesse smesso di battere, poi una sensazione di calore forte in testa e sensazione di stare perdendo conoscenza. Poi dopo pochi secondi è tornato tutto normale anche se il mio cuore ha poi ripreso a battere fortissimo per lo spavento. Anche questo è un episodio dovuto ad extrasistoli?
Grazie mille in anticipo.

[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei deve rivolgersi ad uno psicoterapeuta.
Il cardiologo non le pup essere 7tile.
Con questo finisce il mio consulto.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#13] dopo  
Utente 489XXX

Dottor Cecchini,
la ringrazio per la pazienza e per le pronte risposte. Le volevo chiedere un parere in merito ad un fatto curioso che non ha destato in me ansia, ma solo di verificare il perché avvenga. In seguito ad una pratica autoerotica, ho registrato e registro nelle ore seguenti una frequenza cardiaca molto più bassa di quella classica da me registrata( normale 85 bpm, post episodio 65-69 bpm). Mi chiedevo, è l'effetto della pratica a generare l'abbassamento significativo della frequenza? Mi scuso per il disturbo, è una semplice curiosità, non legato al resto e le assicuro che non chiederò più nulla a lei.
Grazie in anticipo