Utente 479XXX
Mi scuso per l'ora ma volevo esporre il mio problema che mi affligge da quasi 4 mesi
Soffro di attacchi d'ansia e di panico
E appena avverto un dolore ho sempre la paura che sia un infarto
Ho molti dolori che avverto in tutto il corpo ma la cosa che mi spaventa di più è che questi dolori spesso e volentieri sono a livello del braccio sinistro e del petto che durano un pò e poi spariscono
Ne ho parlato con il medico e mi ha detto che sono del dolori intercostali e che non devo preoccuparmi di ciò... ma da buon ansioso quale sono non ci riesco
Altri dolori che avverto sono a livello del collo, della schiena e della mandibola sempre e comunque occasionali e mai troppo insopportabili
Dopo mangiato spesso mi capita di avvertire dolore allo stomaco con conseguente dolore al petto e al braccio che però sembra passare una volta essere andato al bagno
Nella mia più totale ignoranza penso che sia dovuto a del reflusso gastroesofageo ma non saprei con precisione perché ciò...
Sono arrivato al punto di chiedere un vostro consulto perché poco fà ho avuto come l'impressione che il cuore si sia fermato per poi aver ripreso a battere poco dopo, appena avuto questa sensazione mi sono subito alzato dal letto e ho cominciato a camminare e mi è passato ma mi capita qualche volta di avere dei giramenti di testa con un senso di sbandamento, che mi capita spesso e volentieri quando sono a letto...
In questo ultimo periodo mi sono un pò ripreso però non nascondo il fatto che questa paura e/o ansia persistente che ho mi spinge ad avere comportamenti sempre più apprensivi e ogni volta che faccio uno sforzo penso subito al cuore e al suo modo di battere in quel momento... tant'è che ho contattato uno psicologo con cui ho avuto due sedute ma che per problemi economici ho dovuto per il momento abbandonare,
Aggiungo che ho 19 anni e che da circa 2 mesi ho esso drasticamente di fumare e l'ultimo esame svolto è stato un elettrocardiogramma a riposo due mesi fà con parametri tutti nella norma
Chiedo un vostro consulto perché non sò cosa fare
È tutto frutto della mia ansia perenne(dolori e momenti di panico) oppure dovrei effettuare qualche visita
Grazie e mi scuso per la lunghezza del messaggio
Michael

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
ne abbiamo parlato il 20Marzo qui su Medicitalia..... le ho gia spiegato che il suo problema è l ansia

cordialita

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza