Utente 325XXX
Buongiorno dottore, volevo farle una domanda in quanto da un po' di tempo mi capita una cosa. Ieri mentre ero a lavoro, nel fare uno sforzo per sollevare una pila di cestini caduti, ho avvertito un dolore al petto. Nulla di che, il dolore era lieve. Però mi è capitato anche altre volte in questo periodo. In realtà ricordo che anche circa 6/7 anni fa, feci uno sforzo per cambiare marcia all'auto che si bloccò il cambio, e avvertì questo dolore al petto, ma allore fu più forte, ma faceva anche freddo e quindi associai a quello. Poi sicuramente avrò avuto altri episodi ma non ci ho dato molto peso. In questo periodo lo sto notando un po' di più, sarò che mi sento più ansiosa, ma ripeto nulla di forte. Premetto che ho spesso i battiti accelerati perché, appunto, sono ansiosa, ma oramai ci convivo. In ogni caso, potrebbero essere dolori intercostali? Nel senso, i dolori intercostali possono venire fuori anche durante gli sforzi? E poi al petto? Grazie.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non parrebbero dolori di tipo cardiaco ma considerata la sua eta' e' opportuno programmare un ECG sotto sforzo specie se avesse particolari fattori di rischio.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 325XXX

Io ho 37 anni, mio papà è stata operato ed ha 3 bypass ma non ha avuto infarto. Le arterie gli si ostruivano spesso e quindi per prevenire l'infarto l'hanno operato. Comunque aveva già 62 anni.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Esegua un test da sforzo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 325XXX

Buongiorno dottore, ho cominciato a fare qualche controllo. Dall'elettrocardiogramma è risultata qualche extrasistole invece dall'ecocardiogramma una lieve insufficienza mitrale, questo potrebbe darmi le extrasistole. Mi hanno fatto l'holter cardiaco e sono in attesa si risposta. Poi devo fare i prelievi del sangue e prova da sforzo. Il cardiologo comunque già dice che sembrerebbe tutto ok. Il fatto di mio padre è quasi escluso in quanto ha avuto il problema a causa del l'ipertensione e del colesterolo alto, che io non ho almeno per quanto riguarda l'ipertensione, il colesterolo vedremo dalle analisi. L'unica cosa è che ho spesso i battiti accelerati, quando mi ha controllato avevo prima 91 e poi 96, ma questo sarà dovuto alla mia ansia che, in alcuni momenti, mi da agitazione. In ogni caso dice che se va avanti potrei prendere dei betabloccanti. Voleve chiederle, ma non mi prenda in giro, con i battiti accelerati può venire l'infarto? Grazie.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Io non prendo mai in giro nessuno.
La banale tachicardia ansiosa non comporta rischi di infarto.
Lei come fattori di rischio ha la familiarita' e pertanto deve eseguire periodicamente un ECG sotto sforzo, mantenere la rpessione a 120/70 mmHg, controllare ed eventualmente curare una ipercolesterolemia se presente, non fumare, etc.

cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza