Utente
Buonasera.
Scrivo da Bergamo.
Altezza 1,72
Peso 59,7
Ho fatto 3 mesi fa ecocardiogramma, elettrocardiogramma ed holter prima di un torneo di calcio.
Non faccio tuttavia sport, cammino un oretta al giorno e sono affetto da problemi psicologici dovuti ad un evento che cambió radicalmente la mia vita.
Sono sotto lo stretto controllo di un medico, con una chiacchierata di 2 volte alla settimana.
Tuttavia non notando miglioramenti e considerando la mia situazione grave probabilmente mi assegnerà ansiolitici.
Essendo ansioso come potete immagginare divento ipocondriaco anche per un taglio.
Ogni tanto durante la notte mi sveglio con una lieve tachicardia quando mi sento piu agitato ma nulla di che.
Oggi pero mi è capitata una cosa molto strana ho camminato a passo svelto per una bella mezz oretta arrivando dalla periferia al centro città, ovviamente affaticandomi ho sentito un po di tachicardia durante e dopo la camminata.
Il problema è che dopo una 20 di minuti non passava, non sono un tipo che si misura i battiti anche perchè non ho problemi, se non l ipocondria, anzi non li misuro apposta per non suggestionarmi. Avendo fatto volontariato so contare i battiti anche all in piedi e dopo 20 minuti post camminata erano 120 mentre seduto 88. E quando sono passato dalla posizione seduta a quella retta ho avvertito un peso al petto è il battito che fortissimo, visibile a petto netto.
Io volevo solo sapere se sia normale, e se dovesse continuare se allarmarmi o meno.
Non so fino a quanto possa contare la mia suggestione o se sia un fatto grave.
La cosa bella è che tutto questa sta capitando in uno dei rari giorni che non sono ansioso.
Grazie e buona seraya

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei ha bisogno di un buon psicoterapeuta

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Mi scusi ma che risposta è?
Lei o non ha letto bene la mia domanda o non so cosa...
IO SONO GIA IN CURA.
In secondo luogo, io le ho fatto un altra domanda di pertinenza cardiologica, il fatto che sia ansioso non vuol dire che i sintomi siano per forza nulli o amplificati.
Puo darsi anche che, sicuramente non siano preoccupanti...di certo non posso insegnare io a lei.
Ma poteva dire " gintile utente i sintomi non sono preoccupanti" non mettere in mezzo lo psicoterapeuta.
Boh

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
ok come vuole,..
" gentile utente i sintomi nin sono preoccupanti

detto questo, gentile utente ,:mi,pare che la cura che lei sta seguendo non le serva a granché

con questo la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Ah perchè se uno si pone queste deve essere per forza legato ad un sintomo ansioso?
La cura è in atto da una settimana quindi abbi pazienza se la faccio sudare un po a scrivere due righe al cell..
Lei oltre ad essere frettoloso è arrogante e non è di minimo aiuto su questo sito.
Non so fuori come lavori, credo bene, ma ad un ragazzo di 25 con problemi lo risponde come se gli avessi chiesto " dottore mi dica cosa mangia stasera".
La saluto.