Palpitazioni

Gentili dottori, mio padre è affetto da cardiomiopatia ipertrofica, scoperta a seguito di una visita cardiologica.
Tengo a precisare che in una prima visita la malattia non era stata rilevata, solo a distanza di alcuni anni è stata osservata e ciò ha portato i medici a dedurre che si fosse sviluppata negli anni.

Io mi sono sottoposta a tutti i controlli che, per ora, sono risultati negativi (2 ecocolordoppler, 1 holter, diversi ecg).
La mia preoccupazione, però, nasce dal fatto che da vario tempo presento un numero per me fastidioso di extrasistole e palpitazioni a riposo.
È stata indagata un eventuale problema alla tiroide ma anche questa è risultata negativa.

Ora vi chiedo: queste tachicardie, possono essere la spia della cardiopatia che, anche nel mio caso, potrebbe slatentizzarsi nel tempo?

Grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 72,1k 2,7k 2
La cardiomiopatia ipertrofica è una malattia congenita, quindi NON compare negli anni.
La ipertrofia miocardica compare negli anni come nei pazienti ipertesi o affetti da valvulopatia aortica.

Quindi se lei non ha una ipertrofia ventricolare adesso significa che NON ha una cardiomiopatia ipertrofica

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio