Utente
Egregi medici, sono un soggetto femminile di anni 31, non fumatrice, sempre in salute, ipertesa in terapia per familiarità (nonni, papà), attuale terapia 1 Fragor mattino, 1 Noradox sera.

Sono molto ma molto ansiosa e ipocondriacola, voglio precisarlo.
Qualsiasi preoccupazione, pensiero, mi porta stress, nervosismo e ansia fino a somatizzare e sentire sintomi fisici.

In questi giorni sono terrorizzata e ho paura che sia un infarto.

Avverto da una settimana un dolore al braccio, bruciore per la precisione, a volte fisso, altre ad intermittenza...questo mi ha fatto peslnsare di avere un infarto.

Sono andata poi dal medico perché sentivo affanno + tachicardia, che lui stesso ha riscontrato sentendo il cuore e pressione alta, sarò stata anche agitata.

Ha pensato di cambiare la terapia, sostituendo Fragor con Lobidiur e la pressione in questi giorni é 120/70-80, prima era più alta.

Ho paura! Ho paura che il braccio faccia male perché sta arrivando un attacco cardiaco, ho questo pensiero principale.
Ma può essere che il dolore al braccio vada avanti tutti questi giorni?
Ho paura ad uscire e sentirmi poco bene mentre cammino, mentre svolgo le mia attività.

Da oggi avverto anche nausea, forse dovuta anche al cambio di compressa?

Vi ringrazio distinti saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei non ha alcun infarto.
Il tipo e la durata dei suoi sintomi lo escludono

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso