Utente
Buongiorno vi scrivo per alcuni sbalzi di tensione che stanno interessando mia madre.
Premetto che abbiamo finito un periodo di quarantena (sono passati 21 giorni) avendo contratto il covid in forma lieve (nessuno è finito all'ospedale).
A mia madre è però rimasto una grossa stanchezza che la porta a stare parecchio a letto, le hanno detto però che per quello ci vorrà molto tempo ma di cercare comunque di alzarsi dal letto.
Erroneamente ci era stato detto dal medico di sospendere il farmaco antipertensivo (mia madre soffre di pressione alta) perchè durante il covid registrava una pressione di 110 su 70.
Dico erroneamente perchè poi ci è stato confermato da altri esperti che non bisogna mai sospendere quei farmaci.

La cosa però che mi da da pensare sono le oscillazioni della sua pressione, tre giorni fa di mattina ha registrato una pressione di 160 su 103 e ci è stato quindi detto di prendere Ramipril da 5 mg e una pastiglia di lasix.
La pressione pian piano è scesa arrivando a valori anche bassi (98 su 75).
Il giorno dopo la mattina di nuovo 150 su 97, preso idroquark e la pressione è scesa fino ad arrivare alla sera a livelli molto bassi (76 su 56) per poi stabilizzarsi di nuovo.
Il medico (un altro che abbiamo sempre di fiducia) allora ci ha detto di provare a prendere mezza pastiglia di ramipril da 5 mg al mattino e mezza alla sera e vedere come fa.
Stamattina (ore 5: 00) aveva 125 su 75 e ha preso mezza pastiglia, misurandogliela ora ha 99 su 75.
Il medico dice che aver sospeso la pastiglia per così tanto tempo (3 settimane) insieme alla debilitazione della malattia e lo stare tanto a letto ha portato ad una pressione instabile che ci metterà un pò a stabilizzarsi.

Ah dimenticavo il valore di pressione alta che ha avuto all'inizio mi ha detto che era da imputare oltre alla sospensione prolungata anche all'aver assunto per una settimana cortisone.

Aggiungo che mia madre è una persona sovrappeso e che soffre di colesterolo alto (trattato con statine).

Volevo avere un parere in più rispetto a questo quadro.

Grazie a chiunque risponderà

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il Lasix e' controindicato nella terapia della ipertensione.
Il Ramipril e' uneccellente farmaco per la ipertensione ma l effetto dura 12 ore e pertanto va assunto due volte al di: quindi se la dose necessaria fosse 5 mg andrebbero assunti 2,5 mg al mattino ed alla sera.
Indispensabile, che la paziente beva almeno 1,5 litri di acqua al di

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore per la rapida risposta.
La terapia che mia madre seguiva prima della sospensione era Manidipima 20 mg al mattino e Ramipril 5 mg alla sera.
E la pressione in questo modo era stabile, aveva sempre valori normali.
Ora è tutto molto "scombussolato". Anche lei ritiene che i fattori covid, cortisone, sospensione, stanchezza possono aver portato a questi sbalzi giornalieri?
Ogni quanto conviene controllare la pressione a questo punto?
E ultima domanda, la mezza pastiglia al mattino e mezza alla sera va data a prescindere dai valori di pressione?
Grazie

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
E'possibile, ma non mi starei a preoccupare.
Si il farmaco va assunto continuativamente

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille. Gentilissimo. Le auguro una buona serata