Attacchi di tachicardia dopo ablazione transcatetere (TPSV)

Salve, sono una ragazza di 18 anni e circa 3 mesi fa ho subito un’ablazione transcatetere a causa di una tachicardia parossistica sopraventricolare (con episodi fino a 280 bpm).
Un mese dopo ho fatto un controllo di routine post-operatorio e tutto pare essere nella norma, la cosa che mi stranisce è che gli attacchi di tachicardia sono ancora frequtenti (questa volta però non ho mai superato i 190bmp), inoltre accuso anche diversi episodi di extrasistolia che prima non si verificavano.
Il medico che mi ha operata dice che sia normale, ma gli attacchi stanno ritornando ad essere parecchi e a tratti quasi invalidanti in certe occasioni e non vorrei che fosse andato qualcosa storto o che si fosse trascurato qualcosa durante l’ablazione.
In più da circa un mesetto accuso un senso di intorpidimento al braccio sinistro e pesantezza al petto (spesso anche fitte pungenti al lato sinistro) anche se non so se questo possa essere collegato al cuore, mi sbaglio?
a cosa potrebbe collegarsi?
ed è davvero normale che abbia ancora così tanti attacchi di tachicardia dopo mesi?
Grazie in anticipo per la Vostra disponibilità.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 71k 2,6k 2
nin è assolutamente normale
ricontatti il Collega che la ha operata ma prima esegua un HOlter

arrivedèrci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta! Ho eseguito un holter 24 ore ad un mese dall’operazione con frequenza minima 45 bpm e massima 164 bpm ma non c’è traccia ti tpsv (in effetti non riscontrai nessun episodio quel giorno). Per lei è il caso ripetere l’holter una seconda volta? Grazie ancora.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa