Consulto pressione arteriosa nel soggetto ansioso

Salve cari cardiologi di Medicitalia,
Come da titolo di questo post, vorrei chiedere delle delucidazioni in merito ai valori pressori nel soggetto ansioso, come me, dato che ho avuto infomazioni contrastanti ai vari medici a cui ho chiesto.


1) Nel soggetto ansioso, è considerato normale che le prime due misurazioni della pressione (con tanto di agitazione ed ansia) possano essere un pò elevate (144/84-140/85), per poi cominciare a scendere con le successive misurazioni (136/79) in concomitanza della riduzione dell'ansia?


2) Un iperteso curato efficacemente con una adeguata terapia anti-ipertensiva che riporta i valori pressori perfettamente nella norma, può continuare a svolgere una vita come quella di un normoteso?
Lo chiedo perchè, in questo caso, tutti i medici a cui ho posto questa domanda hanno risposto la stessa cosa e, cioè, che un iperteso curato con una terapia efficace è come se fosse considerato un normoteso dal punto di vista dei rischi dell'ipertensione che si abbattono e a dello stile di vita.


Vi prego di rispondere ad entrambi i miei quesiti, se ovviamente non è per voi un problema.

Grazie mille.


Cordiali saluti
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 80,7k 2,9k 2
Mi pare di aver rispsoto piu' volte a questi quesiti...tutta rispondo con ordine

1- si
2- si

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test